VIVA CROZZA…..!


English: Map of the Cayman Islands. Informatio...

English: Map of the Cayman Islands. Information from CIA MAP, Yahoo Map, http://www.wordtravels.com/images/map/Cayman_Islands_map.jpg Can be translated through version 1 here, although text must be converted to path due to rendering problems. (Photo credit: Wikipedia)

 

Italiano: Il comico italiano Maurizio Crozza

Italiano: Il comico italiano Maurizio Crozza (Photo credit: Wikipedia)

 

Prima di riprendere a scrivere sul mio blog desidero scusarmi per la lunga assenza. I motivi sono plurimi. Il principale é il desiderio di ossigenarmi.    Di non sentire ,quasi come un’obbligo,  questo scrivere e scambiare opinioni ed idee che é sempre stato un piacere. Approfondire, meditare, schiumare di rabbia, imprecare come spesso ho fatto e farò , per contribuire ad un dibattito che ultimamente pare assumere toni più comici che politici.

 

L’altro, altrettanto soggettivamente importante, era il desiderio di realizzare il penultimo viaggio della mia vita che come meta aveva l’Antartide.              Un vero balsamo per l’anima.  Immergersi nella natura più integrale per l’assenza di umanità e goderne il privilegio , realizzando  quanto quest’ultima, nella sua  stolidità, contribuisca incessantemente alla propria estinzione.   Avrò occasione di rendervi partecipi, per quanto mi sia possibile, di questa meraviglia pubblicando prossimamente una serie di foto.

 

Veniamo adesso al tema che, tornando da circa un mese di assenza,  ha attirato la mia attenzione : la continua, crescente dicotomia tra politica e realtà, tra realtà mediatica, ovvero virtuale,  e realtà  fattuale.                           Questa sera in successiva ho ascoltato l’intervista dell’ex ministro Barca ad Otto e mezzo e  poi goduto dell’ iper-realismo comico  futurista di Crozza.                                                                                                                                                                    Ecco, ci si rende conto che oggi la vera politica é fatta dai  comici , quelli con la C maiuscola che,  a differenza della classe politica, possiedono cultura vera , accompagnata da un’acuta e fine capacità di osservazione  che  conduce ad  una sintesi impietosa di quella distanza abissale tra forma e sostanza .  

 

Crozza possiede quel sarcasmo , DNA dei veri intellettuali , che dispiegano quella capacità di non prendersi sul serio, tipica degli esseri liberi, anticonformisti, capaci di irridere  e di fornire un’esatta riproduzione rovesciata dei tic e difetti della politica politicante  .                                     Venendo per comparazione e raffronto all’ex ministro  ed alle recenti vicissitudini del PD, si nota la stringente verità .

 

Premetto, per circa un’anno ho ritenuto Barca unico elemento di novità nella pletora degli eunuchi che oggi, dopo anni di porcellum, abbondano tra i parlamentari del PD , tutti selezionati come polli in batteria da ben tre segreterie. Barca dunque nello scorso Aprile si lanciò nella “Traversata”.     Ma poi decise di non candidarsi. Ne rimasi dispiaciuto  e  su questo blog affermai che al momento della decisione gli mancarono gli attributi. L’incapacità di osare , tipica degli intellettuali prodotti da questa terra che invece tracima d’ignoranza.  Questa sera ritengo che quella valutazione fosse benevola.

 

No, l’intellettuale organico Barca, da buon e fine economista, di cui riconosco le eccellenti qualità , non si é candidato perché in un’analisi puntuale di costi /benefici ha compreso che essendo un’estraneo alla struttura interna del sistema  PD , avrebbe finito per perdere come il buon Civati di fronte al populismo rampante.                                                                         Ed allora si offre ed offre  oggi al vincitore  le sue indubbie capacità di ruolo. Consulente strategico”in fieri” laddove, salvo Taddei , di persone di peso,  cultura ed esperienza ce ne sono ben poche.  Nel dibattito si coglie la strategia di ricucire il fosso, o meglio l’oceano che si é creato tra potenziali elettori del PD ed il partito.

 

Le recenti primarie  per affluenza, per tipologia di elettori “simpatizzanti” che hanno determinato il successo del boy scout, per assenza di serio e vero dibattito ed infine per il risultato stesso della vittoria di Renzi,  sono realmente il successo della forza mediatica delle lobbies dominanti e dei fondi delle Cayman Islands! Ecco perché definisco più accurate le analisi politiche del comico Crozza , di quelle del salotto buono della Gruber.

 

Vedete il problema di questo PD é oggi di voler apparire a tutti  i costi coeso, unito, quando invece é moribondo.  Un partito sano, attento,  in sintonia con il proprio elettorato diretto e potenziale  andrebbe intelligentemente a congresso e chiarirebbe le falle aperte da queste primarie bidone.

 

Se ne vuole fare una questione anagrafica, di transizione tra vecchie e nuove generazioni. Si vuole far credere che liberismo é uguale a riformismo. Che un partito storicamente di sinistra può surrettiziamente mutare in un partito senza identità di fondo.  Che rinuncia ad una definizione certa per un nulla da dimostrare. Tre persone molto diverse tra loro Cacciari, Staino , Reichlin hanno espresso lo stesso concetto e la stessa volontà di non esserci.  L’assenza di un dibattito serio  a seguito di queste primarie é assordante.     In questa scenografia il dietro fronte di Cuperlo circa la presidenza di questa compagine di eunuchi senza elettori é chiaro. Non si può mettere alla berlina la debolezza strutturale del PD, ed allora tutti stretti su questo “band-wagon” senza freni. Andare sul territorio ,afferma Barca! La strategia é certamente giusta, ma i tempi sono passati.

 

Per recuperare consenso occorrono motivazioni  ed un processo d’identificazione nel ruolo e negli obiettivi del partito , che per inciso é l’ultimo rimasto nel contesto politico italiano, essendo gli altri movimenti personali a conduzione esterna ed univoca. Bene, se gli elettori potenziali e soprattutto il 55% di coloro che sono astensionisti ed indecisi non si sentono rappresentati, sul territorio Barca rappresenterà un’ illustre dama di S. Vincenzo. Ascolterà e soccorrerà, offrirà consigli  e proporrà rimedi, ma non unirà certo due anime tanto diverse tra loro.

 

Ed allora come ho scritto ad un amico questa sera, se veramente vogliamo buttarla in marketing , che marketing idoneo e professionale sia. La strategia d’altronde é stata già inaugurata dalla débacle della destra. Nuova? Forza Italia e Nuovo Centro Destra.   Niente hanno di nuovo. La sinistra ,se vuole veramente vincere le prossime elezioni , e le vincerà solo recuperando astensionisti ed indecisi , deve separarsi , scindersi.

 

Si lasciano i democristiani nel loro auto-consenso e glorificazione e si crea per la prima volta una vera sinistra europea, laica, a-confessionale, fermamente europeista, che rivendica il rispetto dei diritti soggettivi ed individuali .Che  si pone seriamente alla testa di un rinnovamento riformistico che privilegia il lavoro e non la rendita.  Che investe pesantemente in  capitale immateriale  e non nelle logiche spartitorie delle lobbieso lottando seriamente  contro gli oligopoli e le concessioni ad personam. Che immediatamente recepisce la direttiva europea che impone che le concessioni abbiano durata massima di anni 5  e siano poste in asta pubblica aperta e trasparente. Una sinistra che richiede immediatamente l’adesione all’Internazionale socialista dove siede l’SPD tedesco , oggi molto più a sinistra del moribondo PD . Comprenderete quindi il mio sconcerto quando vedo che tutti in questo paese vogliono nascondere la realtà sotto il tappeto e poi come d’incanto un Comico , quello con la C maiuscola , alla Marinetti, va in televisione e con disarmante armonia dimostra che il Re é nudo. Tutti ridono , ma non vedono che in realtà quella foglia di fico non c’é più …….La credono ancora, cerebralmente inoculati come sono, al suo posto!

 

Buona vita a tutti

 

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a VIVA CROZZA…..!

  1. redpoz ha detto:

    Io personalmente non sono così negativo su Renzi.
    Certo son critico, ma avrei trovato assai più dannoso se avesse vinto Cuperlo… Resto comunque convinto che Civati sarebbe stata la soluzione migliore, ma tant’è: oggi è importante che il PD si dia uno slancio verso una politica nuova. Forse non totalmente “di sinistra”, ma intanto dobbiamo uscire dalla palude. Dopo, magari (e ci spero) torneremo ad idee più fortemente di sinistra.
    In fin dei conti, ed oggi capisco appieno il senso di questa affermazione, è un pò il percorso fatto sia da Blair coi Labour che da Schroeder con l’SPD.

    Mi piace

  2. Raimondo ha detto:

    Bentornato amico mio. Nei giorni scorsi ha pensato che da troppo tempo mi mancavano i tuoi commenti e volevo verificare se fosse un problema della rete. Bello sapere che scattavi foto in cima al mondo. Scusa il confidenziale tu ma la pensiamo in modo talmente simile che potresti essere un gemello ceduto ad altra famiglia dalla culla. Siamo in un momento in cui la confusione è così diffusa e grave che a volte ho il dubbio di ragionare ancora razionalmente e non di pancia. Sono un fan di Crozza anche se qualche intervento mi ha fatto arrabbiare. Condivido l’analisi su Barca, l’ho conosciuto personalmente in epoche remote e l’ho visto all’opera nella sezione PD del mio quartiere. Ho visto l’abisso tra le sue analisi e la realtà prosaica di coloro che amministrano il piccolo cabotaggio della gestione delle varie amministrazione periferiche. Lì capii che se era intelligente come penso sia, non si sarebbe candidato per contrastare l’operazione mediatica che ha gestito l’OPA sul PD. Grazie della tua lucidità.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.