COOPTAZIONE VS. DEMOCRAZIA


marzo roma

marzo roma (Photo credit: n3m3sj)

Se la selezione della rappresentanza politica , o più in generale della classe dirigente di questo paese, secondo il “Pirla Pensiero” dei due demiurghi Grillo&Casaleggio associati, passa attraverso “un click” di computer ,allora miei cari lettori potete  già immaginarvi  come andrà a finire.  

Come se fossimo e vivessimo compiutamente in una  società tecnologica ed informatizzata. Ma davvero 8 milioni d’italiani credono alle elucubrazioni di questi due cialtroni? Sì , senza dubbio, hanno creduto di voler, da sudditi quali sono,  dimostrare la loro protesta . Bravi ed ora?

Giusto qualche dato per farvi comprendere ciò che intendo.                                Gli italiani che utilizzano compiutamente internet non superano i 12 milioni, su 48 milioni di elettori. Mi viene da scompignarmi di risate quando vedo il PD che pone in streaming il proprio consiglio direttivo. Ma sapete quanti sono gli italiani che sanno cosa sia lo streaming e quanti sono in grado di praticamente di usarlo?

Viviamo in una società mediatica dove un italiano su 12 legge un giornale…….Ed il primo giornale per numero di lettori é la Gazzetta dello Sport . Dove sono sempre gli stessi lettori a leggere le news su tablets e computers. I media fanno dei lettori le famose mucche di Mussolini …..Sempre gli stessi che si spostano orizzontalmente  ,ma che rappresentano non più del 20% della totalità dell’elettorato. 

Di cosa si parla dunque ? Di intervistati che non declinano un condizionale e non conoscono il congiuntivo. Ma non scherziamo .
Prendiamo seriamente in conto il livello del paese e di un ceto politico , vecchio e nuovo ,che approfitta di queste condizioni in cui giace.

Tanto per cambiare , ma non di molto  , oggi 8 Marzo si festeggiano le donne in un paese dove  fino agli anni ’70  nel C.P c’era  il delitto d’onore.            Ancor oggi si commettono “femminicidi”.  Solo 47% delle doone in Italia ha un lavoro. Contro una media europea del 65.4%, e di queste circa il 35.2% ha un’occupazione temporanea.

Ecco festeggiamo cosa? La distanza tra condizione femminile, condizione di cittadino, condizione di figlio di stranieri , ma nato in Italia .   Ecco tutto ciò ,e molto altro,  stride con queste vuote, stupide feste commerciali,ipocrite  e devianti. Almeno le donne che la festeggiano fossero a conoscenza dell’origine ….

Preferirei vedere rispettati i diritti delle donne  364 gg all’anno ed un bel Vaffa il 365°.
Ma tornando al discorso totalmente falso della democrazia,  così come intesa da questi due Signori, saliti agli onori popolari, andiamo a valutare il senso delle loro parole. 

Se l’idea del rinnovamento generazionale passa attraverso il concetto di cooptazione  quale applicato da Grillo& Casaleggio nei confronti dei 160 parlamentari scelti da 32.500 persone collegate su Internet e scelte con la supervisione dei due padroni ho molto da opporre, criticare e recriminare.                      Il M5S appartiene (simbolo,movimento,non statuto)  a questi due signori, o meglio ad un solo Padrone: Grillo .

Neanche fossimo all’epoca del padrone dell ferriere. I 160 non hanno alcuna voce in capitolo circa le decisioni. Proprio ieri, di fronte alle figure grottesche fatte da alcuni di loro,  il M5S ha dichiarato che solo i porta parola del movimento possono fare dichiarazioni. 

Non accettare il contraddittorio é la negazione stessa della politica così come la si intende e pratica nei paesi civili!  Politica nella sua essenza. Discutere dei problemi della Polis significa in ultima analisi affrontare i problemi , alla ricerca della migliore soluzione condivisa , non nel subire i diktat di un guitto  che non ha né cultura , né competenze, ma solo grandi capacità di trascinamento di folle.Ma questa indubbia capacità sembra essere la sola apprezzata dal popolo.               

Quando, come ho già scritto recentemente, il buffone Grillo, che non spiccica altro idioma che l’italiano e piuttosto scarso, quanto a numero di vocaboli utilizzati, , si picca di non rilasciare interviste , o non parlare con la stampa italiana si può tranquillamente chiarire  che é un cialtrone.
Cialtrone in quanto , rappresentando nella sua unica persona , il 24% degli elettori, ha un dovere di chiarire a loro non ad altri , cosa intenda fare del loro voto. Il comunicatore Casaleggio nei suoi,( basti leggere le cazzate scritte da questo personaggio nei pochi comunicati emessi)  ,da buon  italiano markettaro del c….   si chiede “cosa pensano di noi all’estero”.

Tipico di un paese con quoziente di istruzione basso , penultimo nella scala OCSE, 34 paesi,e terzultimo in quella UE ,27 . Ed allora per incrementare da parte della stampa e dei media nazionali “l’audience ed il follow-up”, parlano affinché suocera intenda… Il problema é che questi due, che non sanno quello che dicono , stanno facendosi ridere dietro ovunque e peggio ancora istillano dubbi sulla nostra tenuta economica futura .

Dalla stampa europea , a quella americana. Lo dichiaro senza possibilità di smentita perché quella stampa estera e le interviste rilasciate le leggo in lingua originale e non tradotte ad uso e consumo interni dai media nostrani.  Media , ma soprattutto editori che tali non sono,  che non smetterò mai di criticare.  Ma il cialtrone Grillo, che tanto si pavoneggia nel non parlare con quella nazionale,davvero crede che quando viene intervistato dai media , stampa e networks  di Murdoch parli  con giornalisti  politicamente etici e non asserviti al potere economico costituito? Solo un povero PIRLA può credere una tale cazzata.

Uno dei problemi da combattere é la continua personalizzazione della politica . Della sua personificazione. Perchè in tal modo si giunge a coartare il pensiero e consenso  dell’elettore. Il tutto aggravato da una legge indecente, quale il Porcellum, che non consente una reale rappresentanza , del legame tra elettore ed eletto.   Intendo dire che tutti coloro che hanno votato M5S hanno dato il voto a Grillo. Non hanno alcuna conoscenza di coloro che in realtà siederanno (per molto poco ) in Parlamento.

Quei 160 pirla sono stati scelti da 34.500 persone con un click e dopo una cooptazione suprema operata dai due demiurghi.  Questo del M5S é il caso più eclatante di assenza totale di democrazia interna ed esterna che non si può ovviare con discorsi  sulla comunicazione , sulla novità presunta …..  

Certo gli altri non sono da meno. A cominciare dall’inventore della personificazione , Berlusconi,  che in 20 anni ha reso questo paese una cloaca.  
Il meno peggio resta il PD che con primarie e parlamentarie ha cercato di ovviare, solo in parte,  alla peggiore cooptazione di sistema.
E qui veniamo alla nuova legge elettorale ,senza la quale si rischia di ritornare alle urne in giugno,  se fiducia non ci sarà , con il porcellum.

Unico sistema resta il doppio turno, con sistema di collegio uninominale che, in primis permette alle forze politiche in campo di contarsi, e poi le obbliga a coalizzarsi in due opposti schieramenti. A livello di rappresentanza garantisce un rapporto , una relazione diretta tra elettori del collegio di riferimento ed il rappresentante eletto che sarà intimamente legato al territorio di cui é espressione. Se non esiste , o si vanifica questa relazione, siamo di fronte ad ogni forma di sublimazione della volontà popolare, di coartazione: interessi delle  lobbies, dei partiti, o movimenti, dei poteri forti ecc, ecc. .

Dobbiamo smetterla di credere alle favole. I sacrifici fatti quest’ultimo anno, rischiano di essere inutili , se questa incertezza sul futuro dell’Italia dovesse continuare. La speculazione dei Fondi americani inglesi e cinesi non ci permetterà di prorogare la  nostra inadeguatezza . 

Il popolo é sovrano solo quando comprende e sanziona quotidianamente, a tutti i livelli,  i comportamenti dei propri rappresentanti.La tolleranza degli ultimi 40 anni dimostra che la sovranità é stata delegata per troppo tempo. E non sarà certo l’informatica a restituire al popolo l’intelligenza e la capacità di controllo. Altrimenti si praticano solo rivolte inutili che lo rendono ancor più succube di quei poteri che lo tengono in scacco. .  Mi auguro che di fronte a certe situazioni si addivenga ad una vera e seria valutazione  dei problemi che sosvrastano il paese e che rischiano di farlo andare in Africa, con tutto il rispetto per i miei amici nord-africani

Buona vita a tutti.

 

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a COOPTAZIONE VS. DEMOCRAZIA

  1. giacomosirobrigiano@alice.it ha detto:

    Ciao , leggo solo oggi i tuoi puntuali commenti sui quali il mio pensiero é di totale condivisione. Ti ringrazio per il seguito e l’interesse che mostri per i miei posts. In questo periodo ho avuto poco tempo da dedicare al blog. Ma nel contempo lo stallo politico nel quale ci troviamo mi conforta perchè poco resta da aggiungere allo sconforto e pessimismo che ci sovrasta . Vedremo ……Spero si possa andare al voto al più presto , ma spero almeno in una nuova legge elettorale. A presto. Giacomo

    Mi piace

  2. redpoz ha detto:

    rispondo qui anche al post precedente….
    1) condivido in toto le parole, per quanto poco opportune di Steinbrueck ed ho molto meno rispetto per l’espressione elettorale del popolo, quando deriva da palese incapacità.
    mancanza di controllo, che si ritrova identica nel M5S verso il capo.
    molto interessante la considerazione sulla scolarizzazione e le elezioni lombarde. insomma, gli stupidi partono avvantaggiati….
    non vorrei trattare con Grillo, ma qualcosa per il paese si dovrà fare e questo qualcosa passa ora per M5S…
    (a proposito, oggi su Repubblica c’era una bella intervista a Wu Ming su M5S)
    vedremo se l’unica soluzione è la loro spaccatura, spero che qualcuno si mostri ragionevole in un modo o nell’altro. Giustissimo poi quel che dici sull’autonomia degli eletti, alla faccia delle dichiarazioni sull’art. 67…. si vede che ha la coda di paglia.
    Quanto alla personalità giuridica, era di fatto già in Costituzione… sarebbe un immenso passo avanti se oggi si attuasse.
    Sottoscrivo, come sempre, tutto quanto detto sulla chiesa.

    2) L’effetto- Grillo, per quanto se ne sia tenuto lontano, è stato ampliato e fomentato dalla tv: lui potrà non andarci, ma loro vanno da lui e si fanno ripetitori di tutte le sue sparate.
    ottimo in un paese di così bassa educazione e coscienza critica.
    credo che se calcolassimo il minutaggio, potrebbe battere anche Berlusconi.
    le considerazioni su M5S e Grillo sono scontate, per chi le voglia vedere.
    quanto al sistema elettorale: io preferisco tuttora un proporzionale, ma i collegi col doppio turno possono essere ok.

    Mi piace

  3. Pingback: Occhi aperti | Raimondo Bolletta

I commenti sono chiusi.