WISHFUL THINKING



Sì é proprio il sentimento che sembrano condividere tanti miei connazionali, Il pensiero che i loro desiderata possano realizzarsi.
Non da tradursi con pensare positivo, bensì solo speranza, prendere i desideri per realtà!
Non sanno come, attraverso chi , ma ciò che molti sembrano desiderare, ciò che conta per loro, é dimostrare la loro protesta, la loro rabbia.
Una reazione comprensibile. In relazione con quanto la classe politica degli ultimi 20 anni non ha fatto.


Ma una reazione sterile fine a se stessa, se non puerile. Ho il privilegio di guardare al mio paese dall’esterno e forse per questo sono spesso ipercritico.
Certo se mi avventuro in raffronti , comparazioni comportamentali, circa l’etica, la serietà, l’onestà intellettuale, la competenza della nostra classe dirigente, della nostra “società civile”, non é sicuramente il concetto di élite che mi viene in mente !

Quella società civile di cui si parla non é altro che il retroterra di quella politica che la rappresenta. Ed invece, ancora una volta si finge,si vuole far credere che la prima viva una situazione totalmente separata , mentre la realtà quotidiana ci mostra che i peracottari, i ladri, i furbi, i raccomandati, sono parte integrante ed ultimamente maggioritaria nel paese.

Comincio dal Guitto Grillo. Ritenere che il M5S possa davvero modificare , cambiare il paese é da stolti.
Critica e disprezzo non producono soluzioni, ma solo ulteriore caos. Le proposte postate sul web ,se così possiamo definirle , non sono realizzabili perché giuridicamente infondate ed a causa della situazione economico-finanziaria attuale.
D’accordo, se vi fà piacere possiamo considerare che relizzeranno circa 80 seggi alla Camera e 32 seggi al Senato. E poi? Usciamo dall’Europa? Cazzata megagalattica…..
Primo, non si possono sottomettere a referendum i trattati internazionali. Quindi il Guitto vi prende per i fondelli. Stesso discorso per l’uscita dall’euro.
Per le altre battute, non ho tempo, ma tra Buffone 1 e Buffone 2 se la battono….

I candidati scelti su Internet dal Buffone 2 tra 36000 supporters, non hanno alcuna seria formazione, nessuna seria esperienza, a prescindere dalla democraticità del sistema cooptativo scelto.
Un partito padronale , dove simbolo, movimento e direzione riposano tutti su un guitto miliardario che ha deciso di buttarsi in politica pagando un’agenzia di marketing.
Inizialmente i rappresentanti saranno etero diretti, ma poi la strategia comunicativa del non rispondere, del restare sull’Aventino, verrà meno ed il buon Casaleggio non avrà più chances.
Ad ogni problema , in commissione , in aula , nei corridoi , con le lobbies rampanti, le risposte dovranno darle e lì l’asino raglierà. Per non parlare di quanti nei primi 12 mesi saranno in vendita .Si accettano scommesse.
E se leggete il mio blog, da tempo , fin’ora non ho mai errato nelle previsioni.


La fine del M5S è già stata vissuta in passato, con analogo contesto e risultato, dall’Uomo Qualunque del populista Giannini.

Sul Buffone n°1 non voglio neanche soffermarmi. Ritengo i suoi elettori dei disonesti intellettuali incalliti. O degli anziani sui quali la circonvenzione d’incapace risulta evidente. La prova? Migliaia di anziane signore in tutta Italia , da Genova a Palermo si sono recate all’Agenzia delle Entrate per richiedere il formulario per il rimborso dell’IMU, a seguito della lettera del PDL.
Questo é lo zoccolo duro berlusconiano, di cui si approfitta impunemente per ignoranza.
E la responsabilità ,se per 20 lunghi anni all’estero ci hanno trattato da minorati mentali, ricade interamente su quella fascia di elettori (prevedo un 19%) che continuano a osannarlo quale imprenditore del piffero.
Dieci milioni di persone, di cui oltre il 65% anziane e di bassa cultura che sono la vera zavorra del paese!

<strong

Monti che, nella fase governativa ho apprezzato e sostenuto , ritengo abbia fatto un’enorme errore nel salire in politica.
Credo altresì che nel giro di due anni troverà all’estero degna sistemazione. Troppo desideroso di apprezzamenti per restare nel piccolo teatrino della politica italiana.

Che il nostro sia un teatrino non c’é dubbio. Le dimissioni del papa ed il conclave condurranno a Roma il triplo dei media di quelli che seguiranno le elezioni politiche. Per cultura, incapacità linguistiche, e limitatezza di orizzonti la nostra classe politica non brilla certo all’estero.
Al Parlamento europeo gli italiani sono i meno presenti, non hanno peso, perché non ne possiedono le qualità. Salvo poche eccezioni.
I funzionari italiani di livello elevato A1/A2/A3 sono una minoranza assoluta.
Eppure oggi il peso del potere decisionale è più importante a Strasburgo/Lussembrgo che a Roma.

Ma questo, non solo non lo comprende il cittadino medio, ma neanche i partiti che lo rappresentano. La normativa europea é divenuta sempre più importante e cogente . Nel 2014 avranno luogo le elezioni europee che dovranno condurci all’armonizzazione fiscale , bancaria europea. Soprattutto ad una cessione di sovranità in certi ambiti che renda l’UE un concetto operativo, quotidiano, identificativo di un modo di vivere, di essere, di una definita qualità del vivere. Il welfare europeo di cui dovremmo essere fieri!

Mi auguro che il loro livello non sia quello di queste elezioni. Già in questi giorni si é approvato il “two pack”, un’insieme di misure che rafforzano i poteri di Bruxelles sui bilanci dei singoli paesi..E questo rappresenta un’ulteriore cessione di sovranità in favore dell’Europa.
.

Il PD/Sel ,come ho avuto più volte modo di scrivere, rappresenta in questo scenario nazional/provinciale “il meno peggio”.
Degli ultimi 20 anni ne ha governati, tre. Molte le questioni irrisolte al suo interno. E’certamente più a destra politicamente del PS francese, del SPD tedesco, del Labour Party inglese.
Eppure in Italia lo trattano ancora come sefosse di sinistra , ex-comunista, ecc.
Purtroppo il moderatismo in Italia é il prodotto del conformismo cattolico che ha inquinato l’intera società Del conservatorismo post-fascista, dello statalismo tipico della DC.In una parola del non aver saputo, come in Germania è stato fatto, sradicare nel dopoguerra nel ceto medio del sud,ma anche del nord il conformismo post fascista che ancora aleggia……

Niente a che vedere con il liberalismo, o neo-liberalismo, poiché quest’ultimo é laico, o non é!
Mentre la destra, o centro destra italiano, tutto é furoché laico.
La formazione di Giannino , Fare futuro rappresenta l’unico tentativo in Italia di destra liberale vera.
Invece il Buffone n°1 si é appoggiato alle due stampelle della chiesa in cambio di supporto elettorale.
Una delle peggiori commistioni possibili quanto a zavorra per il progresso socio-economico.

Ed il PD mantiene in sé contraddizioni similari.. Invece di lasciarle fuori dalla porta.
Rivoluzione Civile, vuole rappresentare l’arco della sinistra che alle precedenti elezioni ha realizzato il peggior autogol finendo fuori dal Parlamento.
Vedremo la loro capacità di rappresentare quel 5% di elettorato che colora l’alternanza in modo diverso .
Diciamocelo, questo paese e popolo non hanno storicamente caratteristche rivoluzionarie. Mai avute.
Quindi tutti coloro che vaneggiano di sommosse ,dai grillini a Casa pound, sono quei tipici italiani che riformano tutto salvo sé stessi, che dimostramo rabbia ritenendo che qualcuno andrà a battersi per loro.
No, cari lettori, l’italiano tiene famiglia. Un tratto nazionale.

Sono convinto che da martedì, se non si avrà una maggioranza coesa e seria nei due rami del Parlamento, la situazione socio-economica si avviterà.
Ed allora la protesta,la rabbia, misureràtutta la propria incapacità ad incidere sul futuro.
Se non vogliamo dipendere da altri dobbiamo noi stessi metterci nelle condizioni di risolvere i nostri problemi.
Non sbattendo la porta per poi ritrovarsi tutti fuori dal mondo reale. L’unica strada percorribile é darsi da fare, divenire sempre più europei ,in tutti i sensi, e rispondere alle sfide che la globalizzazione ci impone in modo unitario,coeso, europeo.

Non esistono scorciatoie, vie d’uscita miracolose. Amministriamo meglio le risorse di cui disponiamo. Invece di allocare 7 miliardi per le “politiche attive” ,per gli ammortizzatori sociali, cuscinetto alla disoccupazione,per percorsi di formazione che servono solo ai docenti collusi politicamente.
Spendiamoli per ridurre il cuneo fiscale e dare finalmente lavoro a 5 milioni di italiani che sono fuori dal sistema.
Senza lavoro l’economia interna non ripartirà. Il parcheggio forzoso nel quale milioni di giovani e meno giovani si trovanodeve terminare. Rispondiamo al loro unico desiderio : Lavorare!

Buona vita a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a WISHFUL THINKING

  1. redpoz ha detto:

    bella analisi, la condivido.
    ma, oggi a meno di due giorni dalle elezioni, ho molto timore. anche ieri sera, chiaccherando con un “grillino”, ho avuto le stesse risposte distruttive.
    le stesse che ne 1994 aveva Berlusconi, le stesse che ha cavalcato la Lega per decenni…. gli italiani proprio non ragionano.
    o forse è solo la mia regione che è irrimediabilmente populista, non so.

    speriamo bene!

    Mi piace

  2. Pingback: Wishful thinking | Raimondo Bolletta

  3. G. CARLO ha detto:

    E’ ora che la maggioranza diventi minoranza… Vediamo come fare !

    Mi piace

I commenti sono chiusi.