MONTI, ORA I BUFFONI SONO DUE


Italiano: Mario Monti

Italiano: Mario Monti (Photo credit: Wikipedia)

Mi spiace dover fare quest’amara considerazione.                                                 Ascoltare le recenti dichiarazioni del presidente del consiglio purtroppo rende i cittadini consapevoli e critici, quanto meno ironici. Il problema é l’uomo, il professore. E’ evidente che nella veste di commissario europeo, o più recentemente di tecnico prestato alla politica l’aurea di cui godeva e che di fatto esercitava, era di spessore e raggiungeva l’obiettivo in termini di comunicazione. 

Purtroppo per lui l’aurea non c’è più e con essa possiamo constatare in tutta la sua umana debolezza che il Re é nudo. Intendo con ciò affermare che, al di là del tecnico non c’é  altro. Coloro che lo hanno definito a vario titolo “politico” lo hanno voluto compiacere. Si sà, da noi saltare sul carro dei vincitori risulta cosa degna, da secoli.  Le elucubrazioni fornite in punta di fioretto circa IMU ed Irpef relative ad una loro riduzione ,sono quanto di più elettoralistico e cialtronesco, colui che le ha introdotte,  poteva dire. Immesse, poiché come sapete , la loro “origine” proviene dal Buffone N°1 che,  a fasi alterne, nella sua senescenza a comando, le smentisce. 

L’affermare che nel 2013 si potrebbero rivedere a condizione che : l’economia non mostri cedimenti ulteriori, che il deficit pubblico sia e  resti  sotto controllo é come affermare ” se mia nonna avesse quattro ruote sarebbe un carretto” .

Monti sà bene che queste condizioni nell’anno di grazia (la loro) 2013 non ci saranno. Agli inizi del 2012 avevo fatto la previsione di un deficit PIL di meno 2.2 , potete andare a rivederla. Tutti gli organismi internazionali degni di nota ci assegnano un meno 1.5 su PIL per quest’anno e rischiamo pure peggio. Estremamente  improbabile quindi che ciò possa avvenire. Ma oltre a questi dati congiunturali negativi,  il Monti ha aggiunto con una notevole prosopopea, direi spocchia , qualora io possa divenire presidente del consiglio. Questa é l’ennesima “boutade” che qualifica il “buffone”.  Sì ,cari lettori , perché questa é una possibilità inesistente.  Monti e le sue liste collegate, che hanno come comun denominatore i centristi, proto-pre-post democristiani, i cattolici di CL e Opus dei,  la nomenclatura che amano definire società civile, che di civile e civico proprio difetta.

Quelli, per essere sintetici, che si sono mangiati mezza Lombardia nei 48 ultimi anni di governo e che oggi si presentano dopo scandali indecorosi come il S. Raffaele, Fondazione Maugeri, Autostrada Brescia Bergamo e quant’altro come i salvatori , i cavalieri bianchi. Nelle liste Monti in Lombardia i ciellini rappresentano oltre 1/4.  Ecco, per intendersi, tutti questi immacolati proto rappresentanti delle liste Monti potranno ottenere su scala nazionale tra il 15 ed il 16%. Ma é più probabile si fermino al 13%.

Quindi il professore, che non é Craxi, e non possiede neanche la  metà del suo senso e spirito politico, sembra voler imitarlo quanto al desiderio assoluto di mezzadria. Il fine ultimo é poter divenire l’ago della bilancia riuscendo ad impedire  al PD/SEL di ottenere la maggioranza anche al Senato. E di poter giungere ad  una seria alternanza che conduca ad un serio rinnovamento. Negli ultimi 40 anni solo il Buffone n°1 ha potuto  godere di una maggioranza assoluta ed avete potuto constatarne i risultati. 

In un paese civile  i cittadini, stanchi di cotanti soprusi, dovrebbero puntare a questo risultato. Evidentemente così non é, ed invece di liberarci una volta per tutte dai falsi demiurghi, guitti, imprenditori per interposto potere, siamo di fronte all’ennesimo teatrino ben congegnato dalle solite camarille, i soliti media prezzolati, i soliti nani e manco a dirlo le solite ballerine. Il tutto con la dovuta ed immancabile benedizione apostolico-romana che non perde occasione per difendere i propri interessi e che non lesina supporto , benedizione e copertura ai suoi fidi. Lasciatemelo dire, peggio del peggior islamismo. Una commistione tra fede e finanza  che si può riscontrare nelle peggiori teocrazie. La differenza stà nella presupposta democraticità.

Se penso al MPS, allo IOR, alla Antonveneta le orme sono grandi come una casa. Così come nella maggioranza delle Fondazioni bancarie italiane. La chiesa è altamente rappresentata. Poi ci sono i suoi discepoli che del “servire” hanno giurato e questi ultimi producono i danni peggiori. Oltre la metà dei consiglieri MPS sono discepoli. Bellavista Caltagirone aveva ben due seggi nel C.d.A.  Botin ( Banco Santander) grande di Spagna  e dell’Opus,  si é introdotto ovunque nei salotti buoni grazie ai discepoli. Sua figlia, fino a fine 2012 siedeva nel C.d. A di Mediobanca. Il Tesoro, in mano a Tremonti sapeva bene come si spartiva la torta. E quel povero Grilli, la smetta di gridare alla luna cercando, da buon berlusconiano , quale é stato e resta. Le dita nella marmellata stanno per essere individuate e siamo sempre ai buoni cattolici con due conti segreti allo I.O.R da ormai 35 anni. 

Se vogliamo seriamente cambiare la struttura stessa del fare politica in Italia , occorre, come spesso ripeto, separare il miglio  dal grano.  Dove il miglio é rappresentato dagli interessi incoffessabili della galassia proto-pre-post cattolica , da Fondazioni a delinquere, da commistioni politica finanza ed intrecci  che ormai ogni settimana  vengono alla luce, talvolta a comando! .

Ora non è certo il Buffone 2 che potrà prosciugare i pozzi di questa galassia. Lui che ha studiato dai gesuiti , che é il  nuovo modello della S.Sede per guidare i paese dopo l’unto del signore.  Non certo lo dimostra  il suo intento nel presentare nelle sue liste l’80% di questa brave persone, timorate di dio e veneranti la vergine. La serietà dei propositi, non si misura nei consessi accademici, con interlocutori  conniventi. La possibilità che quelli del professore si realizzino é pari alla facilità del famoso cammello di passare attraverso  la cruna dell’ago.

Certo vi interrogherete sul che fare? Per quanto mi riguarda mi auguro che quanto espresso possa vedere la luce e possa essere realizzato. Anche  se  in misura parziale. Che il PD/SEL possano e sappiano essere all’altezza non lo so. Rappresentano oggi il meno peggio sulla scena della politica nazionale, forse.  Ma la politica, quella vera , é fatta di passione, di volontà  e di attaccamento al bene pubblico che,  a sua volta,  significa  giustizia sociale.  Ed oggi più  che mai giustizia sociale significa ridare lavoro e dunque identità e dignità  a quei milioni di italiani che lo hanno perso , o peggio , non lo hanno mai avuto. Ai giovani che sono l’unica vera e seria risorsa del paese. Altro che tasse e atti di  fede!

Buona vita a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a MONTI, ORA I BUFFONI SONO DUE

  1. redpoz ha detto:

    concordo con il post parola per parola.
    intanto mi fa veramente piacere che si cominci a fare chiarezza su chi c’era nella “stanza dei bottoni” di MPS, altrimenti passa un’idea falsata che rischia di essere devastante dopo tutto il lavoro fatto…
    speravamo in Monti per una campagna elettorale che eliminasse demagogia e populismo, ci illudevamo: gli italiani non sono cambiati ed i voti si conquistano solo così….

    Mi piace

  2. G. CARLO ha detto:

    Tutti i grandissimi scandali finanziari italiani da 30 anni a questa parte hanno sempre un’unica matrice essenziale e per trovare il vero colpevole basta seguire la pista di colui che ha tratto guadagno dai vari crak. Dall’altro lato costantemente (A parte parmalat) c’è sempre un’unico soggetto perdente: Lo Stato italiano ! Nel caso parmalat comunque a perdere è un coacervo di migliaia di cittadini italiani.
    E poi un certo bagnasco ci fà lezione di morale sugli illeciti guadagni “personali” come se quelli fatti invece da una “banda” fossero meno colpevoli !
    Qualcuno ha preso a modello la frase di stalin “impiccheremo il capitalismo con la corda da lui stesso fornita” Se al posto di “capitalismo ” ci mettiamo “Italia” o “PD” il gioco è fatto.
    Pdissini avete voluto escudere i laici per i cattolici ex DC e adesso raccogliete i frutti !
    Ma credevate davvero di “imbrigliare” un’ organizzazione che si è specializzata nel distruggere imperi e stati da 1600 anni ?

    Mi piace

  3. Pingback: 50. exult49, il professor Monti e mister Hyde. « Cor-pus

I commenti sono chiusi.