VALORI E VELENI


Franconville - Groupe scolaire Ferdinand-Buiss...

Franconville – Groupe scolaire Ferdinand-Buisson 03 (Photo credit: Wikipedia)

Mi sembra giusto in un momento in cui i valori, o almeno alcuni valori, sono messi in discussione , sottolineare come in altri paesi il governo s’impegni a coltivarli , o ancor meglio ad educare i propri cittadini.  Ho sempre ritenuto che questo sia un compito  primario dello Stato in rapporto a tutti gli altri.

Nel nostro paese lo Stato ha spesso delegato alla chiesa cattolica questa funzione. Un vero peccato, che nel tempo é divenuto tragi-commedia. I padri costituenti non hanno voluto/potuto  inserire  il principio di separazione tra chiesa e Stato  nella Carta.  Oggi  subiamo le conseguenze di un’istruzione pubblica che é colpita da una costante diminutio di peso e fondi in favore dell’istruzione privata che qui é solo ed esclusivamente cattolica.

Bene, sappiate che in Francia il ministro dell’Istruzione del governo Hollande ,Vincent Peillon , ha annunciato che una commissione mediterà e valuterà sul come  giungere ad un insegnamento improntato alla morale laica. Il concetto base é diffondere  il concetto di  laicità, che non é solo semplice tolleranza, indifferenza , o neutralità, ma implica valori che debboono essere diffusi. Si ispira infatti ad un opera consacrata al premio Nobel per la Pace Ferdinand Buisson, uno degli estensori delle leggi sulla laicità durante il governo di Jules Ferry .  Il titolo dell’opera ;                                  Una religione per la Repubblica, la fede laica di Buisson.                                     

Dal 1968 ,quando fu abolito l’insegnamento della morale nelle scuole pubbliche ,  nessun tentativo é stato fatto  per ricondurre  la laicità nel campo della morale. Si tratta di far finalmente valere l’idea che  la morale non appartiene  solo alle religioni , ma che si fonda su valori comuni e condivisi. Valori sui quali credenti, agnostici, e atei possono ritrovarsi senza stupide, anacronistiche primogeniture.  Ovvero non esiste una morale laica in quanto tale , ma  un rapporto  laico alla morale. Anche in Italia si é recentemente discusso il ritorno all’insegnamento di quello che, per ovvie ragioni di non scontentare il pruriginoso clericalismo nostrano,  viene da sempre definita educazione civica.  Ecco qui si tratta di definirla educazione civica e morale. Un insegnamento che  dispenserebbe nozioni di  morale universale , fondata  sulle idee dell’umanità  e della ragione, su ciò che é bene  e male per una migliore compenetrazione di culture , religioni, modi comportamentali che nella società odierna sono di fatto presenti nel melting pot quotidiano sin dalla scuole elementari.

Questa mi sembra un’interessante proposta che vuole rispondere alle esigenze manifestatesi nelle “banlieus” delle principali città francesi .        Dopo che per anni si é assistito a scontri  in questi quartieri sfavoriti dove spesso vivono “i francesi di serie B”, i francesi dalla pelle scura ,che pagano questa differenza spesso con l’emarginazione economica e sociale, nonostante 300 anni di colonialismo.

Ritengo che anche in Italia, oltre che a concedere la cittadinanza ai figli degli immigrati nati in italia, modificando in tal senso lo “ius sanguinis, verso un più giusto ed attuale “ius soli“, si debba trovare un comun denominatore di convivenza , improntato ai valori di una società laica ed aperta nel senso vero . Forse così riusciremo ad interiorizzare  il concetto più difficile della multi -nazionalità in un paese ancora provinciale. 

L’introduzione di un insegnamento laico dei valori fondanti della Repubblica  é un vademecum per l’appartenenza alla comunità italiana , non uno stupido esame linguistico, come voluto da certi trogloditi della cultura nazionale che albergano in vari movimenti politici e che siedono , non meritandolo,  in Parlamento.

In attesa che si giunga  anche noi, sempre  buon ultimi, come da tradizione, a recepire un’insegnamento basico ,mi occupo , mio malgrado , della situazione di Taranto con tutto ciò che questa tragedia ventennale comporta.

In primo luogo é vergognoso che i media facciano ricadere ,come appare, su un singolo giudice,  la responsabiltà della chiusura dello stabilimento.             E’ stupido, fuorviante e specioso.  Indegno di una stampa libera e critica. Sono due anni che la procura di Taranto ha invitato la famiglia Riva a procedere con celerità a dotare gli impianti delle sicurezze necessarie ad abbattere gli inquinanti, diossina in primis.  Il Ministro Clini ha lodevolmente cercato di porre una pezza alla inadempienze gravi degli ultimi 20 anni che hanno causato neoplasie e malattie in quantità.

A fronte dei danni perpetrati da  una irresponsabile condotta pluriennale,  quando si é cercato di quantificare  i risarcimenti , la famiglia Riva si é appellata al Tar di Lecce, contro gli accordi firmati in sede governativa, regionale e comunale. Adesso per il 3 Agosto si attende la sentenza del Consiglio di Stato, poiché il Tar ha dato ragione alla proprietà dell’Ilva che rifiuta di risarcire i danni nella formula decisa in sede governativa.

Incredibile assistere ad uno scontro tra lavoro e salute pubblica, due principi base di ogni società civile . No , non siamo un paese normale. L’assenza assoluta delle istituzioni, in particolare della politica tout court é il leit motif. Mentecatti, arruffoni, incapaci, una massa imbelle di politici ha lasciato sola la magistratura a dirimere una controversia inverosimile .  Nel silenzio più assordante della politica , siamo giunti al 2012 per renderci conto che occorre mettersi ” à niveau” . Ridurre il livello delle emissioni nocive secondo i parametri europei, niente meno. …

Come se fino ad oggi la più grande acciaieria italiana e la seconda in Europa fosse delocalizzata in Burundi.  Quando scrivo  di mancata selezione delle classi dirigenti, politiche ed economiche vi renderete conto che questi sono gli esempi che ci fanno male, che ci rendono inaffidabili e peracottari.  I profitti dell’ILVA sono di circa 2 miliardi di euro annui e la proprietà si é appellata al TAR di Lecce per non voler pagare 2 milioni per la bonifica delle aree limitrofe lo stabilimento. Questa é la materia del contendere che nessun giornale , a quanto mi consta, ha havuto il coraggio di porre in rilievo.

No ,la stampa unanime se la prende contro un povero giudice che dopo 4 anni di indagini, 2 anni di richieste pressanti di adeguamento inattese , alla fine ha ritenuto dover intervenire di peso su una materia che riguarda il bene primario di ogni comunità civile , la sanità pubblica.  Questo giudice merita un encomio speciale e la cittadinanza dovrebbe esserle grata. Ma così non é. Si assiste, come nel caso dell’amianto , alla negazione più assoluta del nesso di causalità tra neoplasie ed emissioni di diossina.    E vedete i guitti  alla grillo ,su questo non intervengono. I di Pietro non si degnano. La confindustria ignora , i partiti nazionali e le loro cancrene territoriali tacciono.  Questa sarebbe l’occasione di intervenire ed esprimere la propria opinione e farla valere. No, si parla di tutto, salvo delle cose serie.                   Che grande  fatica è sentirsi italiani….

Buona vita a tutti.

 

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, europa, Politics e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a VALORI E VELENI

  1. ROSSANA CITELLI ha detto:

    Mi piace molto…Bravo..!

    Mi piace

  2. G. CARLO ha detto:

    Godurioso per la chiarezza nell’individuare “i giochi”/realtà; c’è comunque qualche pensatore che c’è arrivato prima a capire quelle cose che tu dici; dovrebbe essere il prodromo alla creazione di una organizzazione di un pensiero … e poi il resto verrà per forza.

    Mi piace

  3. get pregnant fast ha detto:

    I beloved up to you will obtain performed proper here. The caricature is attractive, your authored material stylish. however, you command get got an edginess over that you want be delivering the following. unwell certainly come more before once more since exactly the same nearly very frequently inside of case you protect this hike.

    Mi piace

  4. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  5. exult49 ha detto:

    Hi Giulas, welcome to my blog . incredible I just published it and you already were on reading it Thank you . I sincerely appreciate yout poem Belief and commented it . Have a nice week end.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.