RAGIONE vs. FEDE


Execution of Girolamo Savonarola in the Piazza...

Dopo la famosa visita a Milano al costo complessivo di 6 milioni per i  cittadini  italiani  che pagano  per tutti i viaggi papali in Italia ed all’estero, per le Istituzioni pubbliche; Regione, Provincia e molti Comuni dell’Hinterland che hanno versato oboli a vario titolo ed Istituzioni private, Camera di commercio, Assolombarda oltre a singoli Istituti bancari ed industrie ecc. 

 Adesso il papa si accinge a visitare i terremotati a Carpi e Rovereto, due comuni sfiorati dal terremoto, martedì prossimo.  Con il suo codazzo di mille adoratori , si mostrerà al popolo gaudente dei terremotati, dopo aver da Milano devoluto il  mezzo milione dei 6 milioni  pro terremotati..

Con quattro mani prendono e con una concedono. Ma ciò che mi rende piuttosto schifato da questo apparato, di questa chiesa che diviene di giorno in giorno sempre più insignificante, inguardabile sotto il profilo  etico -morale, gerarchico,  é la immeritata attenzione che ancora molti credenti le riservano.  Allora giusto per fare il punto . Ancora  400 /600 mila euro saranno spesi per la sicurezza papale. Costi vivi , lasciando perdere il lavoro di molti uomini che avrebbero potuto fare qualcosa di più importante.  

La stessa carovana  di mille giovani , raggianti ciellini, farà da scenario a questa visita che i media della Riffeiser&Co  (Resto del Carlino, Giorno, Nazione QN net ecc.  ) copriranno da par loro, con devozione e premure, non di credo , ma di opportunità, come d’altronde sempre hanno fatto. Se ci saranno contestazioni , cosa probabile, non saranno mostrate. Perché quelle a Monti , o a Napolitano fanno parte del contesto , ma il papa no, e poi no!!

In questo paese é intoccabile , così come tutta la struttura ecclesiastica che, invece , non solo non merita tanto rispetto , ma meriterebbe di andare in galera senza troppi se , o ma.  Il rappresentante di cristo, “sort of speaking”,  si guarda bene d’andare tra le tende , dove l’incazzatura é ampia e concreta. In questa terra dove la chiesa non ha oggi , dopo secoli di dominio, dei grandi sostenitori. Emilia ,Toscana, Umbria , Marche hanno una maggioranza di popolazione secolarizzata e laica. No, lui non va  a Cavezzo , o  S. Felice, distrutte, come Monti e Napolitano. No, lui si reca a Carpi per devozione a quel sacerdote morto per salvare la statua della madonna! Avesse salvato delle vite, potrei comprendere. Ma lasciamo perdere ognuno salva chi crede . Ma che adesso la priorità siano le chiese da ricostruire ,questo no! Le torri sono simboli cittadini, non le chiese.  E comunque ,prima di entrambe, sono le case e le fabbriche. Quanto poi ai costi, la diocesi di Modena con i suoi pacchetti azionari in Banche  ; Popolare Emilia Romagna, S.Geminiano  e S. Prospero, 6200 appartamenti nella sola provincia di Mo, 2.5 milioni di euro annui di lasciti, venga a chiedere ai cittadini di pagare per le chiese , questo é uno scandalo!

Ma ciò che mi rode ancor più é che questo teologo tedesco bavarese, amo la Germania, molto meno i bavaresi, che sembra avere non poche difficoltà a tenere insieme il caravanserraglio cardinalizio, non perde occasione per invitare, esortare, pregare i cittadini ed i politici italiani a comportarsi con maggiore etica!(sic) .  Ma come, direbbe una persona normodotata , tu sei il papa, hai una tua prelatura personale che risponde esclusivamente alla tua persona e che, forse tu non sei in grado di controllare , come dovresti , visti gli scandali a ripetizione di cui sono artefici.  Questo coacervo d’interessi e preghiere  si chiama Opus dei ,o Compagnie delle Opere,  in Italia.                        La prelatura più potente al mondo oggigiorno . Nei tempi moderni corrisponde al potere politico ed economico  dei gesuiti del 6/’700 , ma con molta meno umile “intelligenzia e cultura “. Personaggi che al confronto i poveri gesuiti “d’antan” devono rivoltarsi nelle tombe.

Quando questi personaggi , che a vario titolo, si attribuiscono comportamenti al di sopra di ogni dubbio, che si ammantano della loro fede, come corazze contro ogni vile attacco , sono , come Antonio Aglietta , potente presidente della Compagnia delle Opere in Lombardia, implicati con i Daccò , i Simone , i Formigoni  allora  c’é da domandarsi dov’ é finita quella chiesa che predica ……..etica,  morale………..

Predica bene e razzola molo male…….  Quando queste Comunità CL  e CdO,  ( la Casa madre) che negli ultimi 30 anni hanno fatto il buono e cattivo tempo in Lombardia , quanto ad appalti pubblici  , gestione della sanità, Aziende travestite da Organizzazioni non a scopo di lucro, ONLUS, ecc. per anni hanno gestito attraverso faccendieri e con denaro ,spesso pubblico, gli affari della chiesa . Fondazione Maugeri  e S. Raffaele erano le casse.                               I meetings Ciellini di Rimini, la carnevalata di questa genia di grandi attori/predicatori/ cerimonieri /, Don Rodrigo travestiti da Don Abbondio….  Cene e pranzi pagati da Daccò per conto terzi,  invitati dal “celeste”, ragazzo-  padre protettore degli umili.  Quello che si fà lo spot su Fb e Twitter per apparire alla page, moderno , accattivante .Quello tutto comunicazione,tanta spocchia e poca fede.

Lui la fede non sà neanche dove sia. L’unica fede che possegga é in se stesso.E nella  sua prepotente capacità di restare in sella .Ed in questa sua infinita corsa all’inciucio, il coatto, ha dalla sua il buon Aglietta, il  Buscemi assessore regionale e genero del solito Daccò.  Che certo non era un semplice lobbista.  Era l’uomo della provvidenza per Formigoni e la CdO che grazie alle Fondazioni Maugeri e S. Raffaele da loro controllate, tramite gli amici nei consigli di amministrazione,  provvedevano ,non con la quella divina, ma con quella pecunia che non ha odori , perché appartiene ai cittadini italiani.  Sistema ben oleato ,uno scenario che i PM Greco, Pastore e Pedio hanno percorso nei loro interrogatori!!

Cene  organizzate per mantenere vivo e vegeto  il “sistema” che aveva notevoli costi.  Dai 60 mila ai 100 mila euro quelle sborsate al Meeting di Rimini.   Quote maggiori erano a carico del colosso pubblico e grande costruttore bellico Finmeccanica. Vis pax para bellum, direbbe il buon Scola in vena di facezie!   Elicotteri Mangusta , missili aria/aria.  Ma l’etica  vaticana contro i costruttori  di armi  é , come sappiamo,   “una vacatio”  a fasi alterne.  I soldi , sono soldi!  Questo é certamente una battuta che potrebbe stare sulla bocca del Card. Scola.  Un  prelato di stretta educazione CL, anzi il “teologo” della comunità ciellina nazionale!  Non a caso scelto per dirigere la gallina dalle uova d’oro della diocesi lombarda .  In fondo, se volete scovare intrighi, inviate una spia, se volete comprendere le truffe , inviate un truffatore, se volete mettere una sordina,  inviate un’altro ciellino.

Ecco dopo questa breve disamina di eccellenze lombarde, direttamente appartenenti al Vaticano, come si può uscirsene affermando “urbi et orbi” ,  la Chiesa é altro, oppure , questi reati sono e restano reati individuali.      Forse sotto papa Borgia si poteva, pena essere avvelenato a breve.                      Ma già nella Firenze del Savonarola il buon Borgia dette il meglio di sé.  

Che animo, che papa, un vero decisionista. Uno che certamente avrebbe incontrato il favore del Berlusconi.. Certo, perché incapace di tanta intelligenza e capacità politiche. Il vero costruttore e mecenate del nostro Rinascimento!  Uno che merita il nostro più grande rispetto. Gli americani lo amano ” Renaissance Man ”  .                                                                                                  A quel frate rompicoglione, fondamentalista, comminò , in quel di Piazza della Signoria,   prima l’impiccagione, e poi giustamente , non contento,  il rogo! Non doveva restar traccia!!  Per i turisti,  una bella lapide si trova proprio al centro  della piazza, davanti al David.  Ecco, ogni volta che mi capita di essere a Firenze, non perdo occasione di fare una visita di partecipazione sentita . Un mio  pensiero  a ciò che meriterebbero, e  personalmente riserverei, a tutta questa ciurma che ancora appesta questo paese . Per un ovvio aggiornamento ai tempi ed alla globalizzazione in atto,  aggiungerei due altri ceppi per le altre due religioni monoteiste che pretendono di piegare la ragione al loro credo. E poi non ditemi che non sono democratico. Tranquilli poi  sarei più clemente con il prossimo da quanto agognato da Cecco degli Angiolieri.

Buona vita e buona ragione.

P.S. Non ero a conoscenza della visita alle zone terremotate del Dalai Lama domenica 24/6. Giusto per completezza Dalai Lama batte B.XVI 1-0.                    Il papa arriverà in elicottero martedì ore 10.15 al campo sportivo di Carpi e ripartirà per Roma alle 11.50. Niente terremotati quindi ,giusto per stare tranquilli, in queste terre di comunisti ,mangia preti, meglio stare alla larga. Il Dalai Lama lo anticipa e sarà a Mirandola l’intera mattinata per poi ripartire alla volta di Matera nel primo pomeriggio. Ha versato alla Protezione civile 50 mila euro.

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in Relazioni Stato / Chiesa Cattolica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a RAGIONE vs. FEDE

  1. Anonimo ha detto:

    Grazie, so d’interpretare i sentimenti di una minoranza……..sempre più folta ed incazzata!

    Mi piace

  2. Anonimo ha detto:

    D’accordo su tutto quanto.
    E’ divertente il passaggio : No, lui si reca a Carpi per devozione a quel sacerdote morto per salvare la statua della madonna! Avesse salvato delle vite, potrei comprendere. Ma lasciamo perdere ognuno salva chi crede .

    Mi piace

  3. laimpertinente ha detto:

    Un’altra visita inutile, altri soldi sprecati, tanto a pagare sono sempre gli stessi, la storia della Chiesa, una lunga scia di nefandezza costellata da pochi, pochissimi esempi virtuosi che non appartengono al giorno d’oggi, tutt’altro….

    Mi piace

I commenti sono chiusi.