VERITA’ E MISTIFICAZIONI


Hans Arp: „Roue Oriflamme“/„Goldflammendes Rad...

Hans Arp: „Roue Oriflamme“/„Goldflammendes Rad“ Datei:Monte Verita, Ticino Hans Arp.jpg (Photo credit: Wikipedia)

Strano paese l’Italia. Spesso, troppo spesso, nel nostro paese leggende metropolitane, punti di vista secondari, neanche degni di nota, prese di posizione di eletti del popolo imbelli, ignoranti ed incapaci, quelli che con piacere  definisco gli accattoni intellettuali di questo paese post-berlusconiano, assurgono inspiegabilmente a verità incontrovertibili.   

Prendete il guitto sulla cresta dell’onda dei media , Grillo. Uno che, con la sicumera tipica dei ciarlatani, incita,  senza il minimo timore, gli italiani ad uscire dalla UE , ad abbandonare l’euro. Emulo dell’altra formazione politica , la Lega,  anch’essa prodotto da questi famosi leaders nostrani dotati di licenza superiore delle scuole serali , cerebrolesi prima e dopo. Ecco mi auguro per i greci, ma anche per tutti noi europei , che tutto questo non accada. Ma nel malaugurato caso che ciò avvenga , gli italiani avranno davanti ai loro occhi il risultato di simili idiozie. Varie banche italiane ed europee hanno nei giorni scorsi valutato lo shock che una implosione dell’euro potrebbe causare.  Sappiate che per gli italiani il ritorno alla lira, che molti pensionati, artigiani, piccoli imprenditori, tronfi del loro non sapere, ma nondimeno attivi nella loro pervicace convinzione, avrebbe come risultato una svalutazione, per il denaro detenuto sul territorio,  tra il 40 ed il 50%. Un impoverimento agghiacciante.      Ma i nostri debiti resterebbero calcolati in euro.     Così come il costo di tutti i beni e servizi che saremo costretti ad importare . Cioé il debito raddoppierebbe ed il patrimonio si dimezzerebbe.

Per i greci si parla di una svalutazione tra il 50 ed il 70%. Un costo stimato per ogni cittadino di circa 14 mila euro immediato e di 4 mila euro per i prossimi 5 anni.  Questo é quello che quel comico personaggio che intrattiene le folle propone,  incitando allo sconquasso generale. Incredibile poi che, dopo settimane di critiche al sistema politico- partitico, lui ed il suo consigliere regionale , in lizza a Parma, dichiarino di accettare i voti di quel partito che porta la massima responsabilità della situazione odierna , il PDL.  Tranquilli gli emiliani non sono così deficienti. Stalingrado é ben difesa dai bolscevichi ed il  nazista dei caruggi , Grillo , come merita , perderà il suo inconcludente assedio !   Altro che Monti. Hanno decisamente la faccia come il c…! 

La stessa critica é da rivolgere a tutte quelle forze politiche di sinistra , incluso Vendola, di cui per altri versi sono un estimatore, che criticando il governo Monti, per una non ben compresa antidemocraticità, vorrebbero condurci ad elezioni. Incluso il Buffone “ante litteram” che oggi fà il finto pompiere di Viggiù . Sì,  nell’incontro odierno con Monti, rassicura il governo. Quel Buffone sa bene che se andassimo ad elezioni lui ed il suo caravanserraglio sparirebbero. Ed allora si dà il tono dello pseudo-statista che non è ,e mai é stato.  Dopo questi ballottaggi, dove la sinistra vincerà a mani basse, il Buffone  dai tacchi alti, ci presenterà il nuovo che avanza ,  Montezemolo….. !(sic)  Un’altro pseudo imprenditore . I soliti amici di quella compagine industriale che ha beneficiato a vario titolo di concessioni, aiuti, garanzie politiche e giudiziarie. Invece d’investire in nuove tecnologie, R&D, Risorse umane  hanno  ,negli ultimi 15 anni , avuto il tipico comportamento dei rentiers. Investendo e differenziando all’estero. Mentre il mercato interno si depauperizzava sempre più e le giovani generazioni divenivano precarie a vita.  Se la politica ha enormi responsabilità , l’imprenditoria ne ha anche di più gravi.  E avanti così,  la destra italiana non ha la minima decenza culturale,  peggio , non si vergogna!  Cartello dei moderati? No, solo dei poveri di spirito……..                      

Se l’attuale governo dovesse cadere , gli italiani sarebbero immediatamente catapultati nella situazione greca. Ma anche peggio. Nel senso che a quel punto l’attuale UE  non sarebbe in grado di resistere ad un tale schock. L’idiozia del ricorso alle urne ,per una supposta governabilità democratica, l’avete già veduta  con le  elezioni recentemente svolte in Grecia ed ancor prima in Spagna.  In Grecia, un voto di protesta , comprensibile, ma inutile,  ha dato il voto ad Alba Dorata , il movimento neo-nazista, negazionista e ad una sinistra contraria alla appartenenza alla UE.  Privilegiando quindi la protesta senza costrutto,  in favore delle estreme. Ed ora in condizioni economiche ancor più tragiche andranno nuovamente ad elezioni in Giugno.

In Spagna hanno organizzato le elezioni per tempo , gli spagnoli hanno creduto in Raoya, la destra conservatrice , Zapatero se ne é andato. Il popolo sovrano ha dunque deciso. Bene e adesso ? La Spagna rischia di essere una seconda Grecia, ma molto più pesante  , 40 milioni di cittadini con un debito 3 volte superiore. Il sistema bancario spagnolo è al collasso . La grande famiglia spagnola Botin , gli  Agnelli spagnoli, che tanto ha beneficiato del sistema , proprietaria del Banco Santander , con un posto nel C.d. A di Mediobanca fino a Gennaio scorso , é alle corde .  Ricordano  per certi versi la parabola dei Ligresti, ma in versione più intelligente e meno truffaldina. I due capisaldi settoriali del boom economico spagnolo : edilizia e banche non hanno più ossigeno. 

Ciò che risulta ridicolo , ma nel contempo strategicamente orchestrato , di queste agenzie di rating é che incitano i governi a ridurre il debito, poi abbattono il rating degli istituti di credito nazionali. Questi, a loro volta in difficoltà, cercano di ricapitalizzarsi,  non riuscendovi  obbligano, di fatto,  i governi a nazionalizzarli,  infine degradano nuovamente il rating dei paesi  perchè così facendo accrescono il loro debito.                         Nel frattempo i bracci armati della speculazione operano indisturbati scommettendo su un ulteriore degrado, indotto e  provocato delle loro condizioni patrimoniali e di debito.    Occorre assolutamente cambiare registro.  Solo l’Europa, intesa nel suo complesso,  può determinare una svolta politica per porre fine a questo massacro degli assets patrimoniali dell’Europa e  dei cittadini europei .   Quanto prima questo accadrà, tanto meglio sarà per l’indipendenza economico-politica degli Stati europei. 

Buona vita a tutti.

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, europa, International relations, politica-economia, Politics e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a VERITA’ E MISTIFICAZIONI

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  2. fausto ha detto:

    Tutto accettabile, ma i nostri debiti corrono; in assenza di interventi salteremo per anche noi, è solo questione di tempo. Una volta davanti a questi problemi potevamo stampare banconote (si chiama “sovranità monetaria”), adesso non più.
    I casi sono tre:
    _ stampiamo moneta, fondiamo il debito e si riparte (anni ’70);
    _ tassiamo i ricchi, detassiamo operai e maestre d’asilo e si riparte;
    _ non facciamo un bel niente, salvo qualche prepotenza contro operai e maestre d’asilo, ed affondiamo….
    Per ora non stiamo facendo praticamente niente. E domani?

    Mi piace

I commenti sono chiusi.