GOOD LUCK MR.PRESIDENT


President Barack Obama is joined by Vice Presi...

President Barack Obama is joined by Vice President Joe Biden and U.S. Secretary of Transportation Ray LaHood, right, as he gives remarks on the economy Monday April 13, 2009, during a visit to the Department of Transportation in Washington, D.C. (Photo credit: Wikipedia)

The former two-dimensional version of the logo...

The former two-dimensional version of the logo for the American Broadcasting Company (ABC). Designed by Paul Rand, this logo was used from 1962 until replaced by a three-dimensional equivalent in 2007. The 2-D logo now functions as a secondary logo, currently used only in print advertisements. This vector image is based on :Image:American Broadcasting Company Logo.png. (Photo credit: Wikipedia)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Barak Obama ha annunciato quest’oggi il suo sostegno personale per i matrimoni omosessuali.  La frase principale che lo rende il primo presidente degli USAin carica ad adottare una tale posizione é la seguente:                        “E’ per me importante, a titolo personale , dire ciò che penso, ovvero che le coppie omosessuali hanno il diritto di unirsi in matrimonio ” .    

Tutto questo avveniva durante un’intervista sulla rete nazionale televisiva ABC, nella quale precisava che sarà in seguito compito degli Stati determinare la materia. Ciò nel rispetto della forma federale che la costituzione prescrive.

Ha aggiunto che era arrivato il momento di esprimersi apertamente in materia , anche alla luce del fatto che alcuni membri del suo staff hanno relazioni omosessuali monogame, allevano ed educano dei figli in piena armonia. Ha inoltre evocato il caso dei militari americani che , seppur una recente legge permetta loro parità, non concede loro di sposarsi pena la messa in congedo.

Infine , citando le sue due figlie, ha dichiarato che alcune delle loro   compagne di scuola hanno dei genitori omosessuali  e  secondo loro non ha alcun senso trattare gli omosessuali diversamente , o peggio  discriminarli.  L’uguaglianza dei cittadini di fronte allo Stato non può avere dei limiti!

Queste dichiarazioni sono davvero dirompenti in un paese che per una buona metà era ed é profondamente puritano, dove le religioni di vario genere, in special modo, negli Stati del Sud, restano un profondo “divide” idologico, una dicotomia netta.  Già domenica scorsa Joe Biden , il vice presidente, si era espresso in favore , ma subito dopo la Casa Bianca con un comunicato aveva affermato che le sue dichiarazioni avevano carattere strettamente personale.

Da un recente sondaggio Gallup, il primo istituto di ricerca e sondaggi negli USA, pubblicato martedì,  gli americani sono assai divisi in materia quanto alla legalizzazione dei matrimoni gay ; 50% a favore , 48% contro.      Ad oggi solo 6 Stati americani su 50 riconoscono le unioni omosessuali  , oltre a Washington D.C., mentre oltre 30 hanno promulgato legislazioni che limitano il matrimonio alla sola unione tra uomo e donna. L’ultimo tra questi il Nord Carolina, dove il 61% degli elettori si sono pronunciati in questo senso proprio martedì. Occorre sottolineare che si tratta di uno Stato appartenente alla Bible Belt, molto conservatore e tradizionalista. 

La presa di posizione presidenziale ,a parte rappresentare un’evoluzione del pensiero costituito , si concretizza  politicamente in un “turning point”, un giro di boa epocale e  di notevole spessore. In primo luogo perché spariglia notevolmente l’elettorato stesso, in quanto nelle fila dei repubblicani sono ampie le fasce che ritengono un tale passo più che accettabile. Evidentemente Romney non ha perso tempo per  manifestare la sua  posizione contraria da mormone quale é. Recentemente il suo partavoce era stato messo alla porta proprio in quanto omosessuale.  Niente di nuovo sotto il sole.   Ridicolo ,  quando poi si pensi che in Utah sono almeno 20 mila le persone che praticano la poligamia secondo la primaria concezione mormonica.                                   Come vedete tutto ed il suo contrario, secondo la tipica morale perbenista .  

Un tale scoop , al più alto livello,  innesca  inoltre  un conflitto generazionale che attraversa le varie classi sociali e di età,  senza soluzioni di continuità.  Diciamolo , occorre un notevole coraggio per rompere il silenzio su un tabù di questo tipo in campagna elettorale.  Sapendo già in anticipo che la totalità delle chiese renderà da oggi più difficile il cammino per l’ottenimento del secondo mandato.  Su  un tema del genere inoltre la differenza con il nostro paese risulta abissale  . Non solo in relazione al fatto che circa il  20% della nostra classe politica é omosessuale, ma  non si sognerebbe mai di dichiararlo , né tanto meno di schierarsi . Ancor peggio per la chiesa cattolica che da quando il celibato é divenuto principio del diritto canonico, vede nell’omosessualità un problema strutturale. Per non pensare al peggio che si riscontra  con pratica della pedofilia. 

Tra le varie religioni, il cattolicesimo é senza alcun dubbio la più sessuofobica,  quindi capace di creare contesti che rendono la percezione e la pratica sessuale talmente peccaminosa e misteriosa da causare comportamenti e manifestazioni,  sia individuali , che collettivi  poco maturi , per non dire peggio.   Immaginatevi per  un ‘attimo una simile presa di posizione da parte di un candidato presidente del consiglio. Puttanieri e buffoni non incontrano ostacoli….   Lasciamo da parte la presidenza della Repubblica, in quanto a quella carica non si arriva per elezione diretta.         Ma  qualcuno nel passato omosessuale c’é stato.  No, l’unico politico italiano a dichiararsi omosessuale  monogamo é Vendola . Persona verso la quale nutro una profonda stima  e  che ricopre una carica istituzionale in una delle regioni a più elevata presenza omosessuale. Eppure , anche lui  , da buon cattolico, non osa arrivare a tanto.

Giusto per la comprensione del fenomeno, l’OMS , organizzazione mondiale della sanità , stimava in un suo rapporto di 5 anni fà che la popolazione omosessuale era in Italia tra 6 e 7 milioni di individui ed  in crescita. Stiamo quindi ragionando di un 10% della popolazione!

Ora mi domando, quando la laicità dello stato e la secolarizzazione della società italiana ci permettera di trattare questo tema senza ridurlo a battute di cattivo gusto , o peggio a discriminazioni . Apprezzo il coraggio dimostrato da Obama , tenuto conto dei problemi economici che attraversano gli USA , la crisi sociale che dilaga ed i repubblicani bigotti che soffiano sul fuoco di ancor maggiori liberalizzazioni e sul mai tramontato trinomio ; dio, patria e famiglia, tanto per ancorare una società , a loro dire , in disgregazione . Spesso valori caduchi ed effimeri quando si pensi alle contraddizioni etiche e comportamentali.                                                                       Ma forse questo sostegno per  una causa giusta e seria , rischia di rendere la sua rielezione più difficile di quanto sostenga  da sempre .

Sicuramente il tema, dopo questa presa di posizione autorevole , diverrà un focus nei dibattiti socio politici e questo a mio avviso gioverà ad una migliore informazione e ad un approfondimento. Quanto al risultato finale vedremo nei prossimi mesi quanto slancio e quale accoglienza il coraggio civile di Obama otterrà  e  se questo  potrà  trasformarsi  in  supporto politico.

Buona vita a tutti.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                           

Advertisements

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in Politics e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a GOOD LUCK MR.PRESIDENT

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.