PESSIMISMO COSMICO?


Italiano: Sergio Marchionne

Image via Wikipedia

Europa en el corazón

Verrebbe di che pensarlo, a notare i contorcimenti di questo ceto politico ,ormai alla frutta,  che non riesce neanche a rendersi conto del ridicolo nel quale quotidianamente cade. Penoso vedere come un partito che ha governato gli ultimi 15 anni possa attibuire al governo attuale la responsabilità delle misure economico-finanziarie prese.  Altrettanto osservare come temi quali il riconoscimento  legale delle coppie di fatto, o dell’unione di omosessuali , possano secondo questi piccoli, insulsi “attendenti” divenire argomento esiziale per l’elettorato italiano in vista delle prossime amministrative del 6 maggio.       Che fossero servi del padrone e da questo messi a guardia del folto gruppo di pecoroni era assodato.  Ma che mancassero totalmente di acume politico non era ancora acclarato.

Altro che “quid” , questi sono lobotomizzati dalla nascita.  Con tutti i problemi irrisolti del paese, con una situazione finanziaria che resta precaria, questi nani politici pensano ancora una volta di dividere l’ elettorato con trovate di questo tipo?  Il “divide ideologico” passerebbe dunque su questo differenziale che ha tutta l’aria del cattolicesimo integralista di Papa Pacelli, il famoso PioXII , nunzio apostolico a Berlino, comprensivo del nazismo nascente, mai denunciato sostanzialmente. L’ennesima crociata su temi cari agli ultra 60 enni che formano la maggioranza degli elettori di questa destra becera ed ignorante , nel senso letterale del termine. 

Una scelta di marketing politico che possa tenere assieme un partito che , secondo gli ultimi sondaggi , è alla totale disfatta , già sull’orlo di una crisi di nervi.  Pensate, ovunque in Europa le coppie di fatto sono riconosciute . In 7 su 12 paesi europei che compongono il nucleo dell’euro , l’unione degli omosessuali é cosa fatta.  Persino negli USA , paese più retrivo in termini di religione e confessioni 8 Stati su 50 l’autorizzano  ed in altri 12 é in discussione la legalizzazione . 

Ciò che a me sembra quasi incredibile é che quest’accozzaglia di mentecatti intellettuali, dopo aver precipitato il paese sull’orlo del baratro, invece di metabolizzare gli errori e modificare strategie e comportamenti , imperterrita, come se niente fosse , riprende dalle solite strumentali ideologiche cazzate.     Allora chiariamo una volta per tutte.           

L’Europa  va sempre più secolarizzandosi….. che il Vaticano ed i cattolici in mala fede lo vogliano , lo accettino , o meno.   Che la religione cattolica rappresenta già una minoranza in Europa. Le religioni, tutte,  lo saranno sempre più.  Che i diritti individuali assumano sempre più la veste di diritti inalienabili nell’evoluzione giuridica della società europea e quindi non declinabili e gestibili  dallo Stato é evidente. Che quindi l’eutanasia, l’inseminazione genetica,  le scelte di vita degli individui , come le coppie di fatto , le unioni omosessuali , le adozioni  , non potranno essere fermate da singole legislazioni nazionali all’interno di un “corpus iuris europeo”.

Dal Centro-Nord  in tre ore di auto, o in un’ora di aereo ,posso, io cittadino italiano, recarmi all’estero ed ottemperare legalmente a scelte personali che nel mio paese d’origine non mi sono permesse.  Ecco perché definisco accattoni quei poveri uomini che ritengono di poter fermare il mondo con le loro piccole menti e culture cialtrone.                   Purtroppo l’ignoranza resta un grave fattore frenante  sulla via della liberazione dell’umanità .

Ma ecco perché attività , o comportamenti illeciti , divengono spesso la norma in questo paese.   Perchè una buona parte di quella stessa società che sostiene formalmente il regime, poi grazie al proprio status può tranquillamente superare i vari ostacoli.                          

Dalla nascita alla morte. 27 mila sono i viaggi della speranza fuori Italia per inseminazione artificiale e circa 2 mila i viaggi per una morte degna.  Farò parte di questi ultimi , se non cambia qualcosa nel frattempo , quando verrà il momento ,perché non accetterò mai di morire da vegetale, che debba chiedere, (io che posso), ad un amico medico di staccare la spina. La morale , l’etica dominanti in questo paese fanno schifo!  E non dal basso. L’esempio ci é fornito dall’alto , quotidianamente.

Ed allora? Allora ci vuole rigore! Quel rigore di cui spesso si ammanta questa destra becera ed  inconcludente. Quel rigore espresso, badate bene, non certo da sinistra  , ma da un “cattolico con le palle”  , Andrea Riccardi, ministro delle Cooperazione, fondatore della comunità di S.Egidio.  Attaccato da 46 senatori buffoni del PDL per aver dichiarato che la poltica fà schifo.   Non potrei essere più distante da lui ideologicamente, ma culturalmente mi sento molto vicino. I veri cattolici, quelli che la fede la praticano, e la vivono su se stessi , quelli che stimo , dovrebbero avere un sussulto di etica e morale nei confronti di questa gerarchia ecclesiastica che predica bene e razzola male.

Difesa degli interessi della Chiesa, intesa come gerarchia, coacervo d’interessi indecenti , non certo dei fedeli. Business inaccettabili condotti da CL e Compagnia dele Opere in tutta Italia, e tutto il mondo , con un fatturato globale valutato in  400 miliardi di euro.   Questa é la prelatura personale di Benedetto XVI.   Mi domando come un cattolico devoto , se non per profonda ignoranza , possa credere in una simile organizzazione a…… La questione non riguarda solo la soscietà civile, ma in primis i politici, di destra e di sinistra!  Occorre tornare ad una politica di livello , di alto livello.  Avulsa da questa mondanità di interessi inconfessati e d inconfessabili.  Siamo europei , comportiamoci da tali.   Non si può davvero credere di  poter continuare a vivere nella nostra italietta indisturbati ,  felici e contenti della nostra miseria culturale. 

Smettiamola di gridare allo scandalo per la TAV,  come stà facendo la sinistra.    Smettiamola di parlare di art. 18 quando, come ho già più volte scritto, questo articolo concerne poco più del 5% della forza lavoro italiana e certo  non porterà ad investimenti esteri in caso di abolizione.                                                                                                     Smettiamola di dar ascolto alle incessanti prese di posizione di Sergio Marchionne.  Ex controller della Deloitte, bravo Chief Financial Officer , ma dal punto di vista strategico e soprattutto marketing un pessimo dirigente.  Una non visione commerciale in un mercato globale . Mi permetto quest’analisi sapendo bene ciò che affermo. Ha letteralmente distrutto in Italia quel che rimaneva del “Brand Image del marchio Fiat“. Prendersela con i suoi dipendenti, non solo non ha prodotto risultati, ma gli ha alienato molta parte dei potenziali acquirenti. I “proletari”, se ce ne sono ancora , poiché solidarizzano con i poveri operai tapini .  La borghesia , si fà  per dire, perché la Fiat non la compra  certo ,troppo indistiguibile. Gli intellettuali, troppo ideologici e poco propensi  a bere le cazzate del costo del lavoro, che per inciso, non supera il 10% di ogni auto prodotta.

Risultato? La perdita di quota di mercato continua e costante  del gruppo Fiat sul suo mercato elettivo, l’Italia ,e su quello europeo .Incessante da quando il buon Marchionne é C.E.O. e destinata ad aggravars!  Nel frattempo la VW investe in nuovi modelli (12) e l’accresce, la BMW vende 1.5 milioni di auto (sic) in Italia eD ha lanciato un piano di sviluppo sul mercato italiano per raggiungere i 2 milioni. Può darsi che al momento, viste le detassazioni del governo americano sulle auto Chrysler esportate , il mercato americano sia interessante, ma la perdita  delle quote in Europa ed i costi di esercizio, commerciali  e distributivi americani non faranno felici tra 3/5 anni le famiglie che compongono la galassia Agnelli che si sentiranno tosate. A proposito, per dimostrare che anche in questo caso gli intellettuali sono diversi dagli accattoni dei politici che compongono le varie maggioranze dei partiti politici italiani , Monti ,a mio avviso , dovrebbe convocare il canadese Marchionne e ricordargli i rispettivi ruoli e responsabilità.

I canadesi, per mia esperienza professionale diretta, soffrono da sempre di un certo complesso d’inferiorità nei confronti degli americani. Il loro comportamento è quindi inficiato agli inizi del rapporto interpersonale da un fare brusco e decisionista. Un “demonstration effect” che  nasce da un intimo desiderio di imitazione. Ma se li conosci bene, “con qualche messa a punto” , si smontano presto e restano quelli che sono ; dei bravi ragazzi che amano fare i cani da gregge in attesa dell’amorevole carezza del pastore!

Amici miei non disperate, occorre un pò di sano ottimismo della ragione. Il momento resta confuso. Dopo la batosta che le diverse compagini politiche prenderanno alle prossime elezioni amministrative, sia in termini  di “débacle”,  sia di massiccio assenteismo, gli accattoni  ,i quaquaraquà , finalmente comprenderanno che é finita un’era. Resta poi alla società civile , ai cittadini sorvegliare affinché  non si ripeta mai più.                       Soprattutto non farsi mai più prendere per i fondelli!

Buona vita a tutti.

Advertisements

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, europa, International relations, politica-economia, Politics, relazioni internazionali e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a PESSIMISMO COSMICO?

  1. studentslaw ha detto:

    Reblogged this on Su Seddoresu.

    Mi piace

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.