MALAFFARE, GIUSTIZIA SOCIALE , ETICA


Mediobanca

Image via Wikipedia

Rome's Catholic universities, Oct 2011 - 10

New Unicredit HQ in Milan

2006 general election (overseas)

Image via Wikipedia

English: Andrea Riccardi

Image via Wikipedia

Non se ne può proprio più! Il sistema del malaffare é così esteso che differenziare le ragioni e colpe  degli uni, da quelle degli altri, é una questione farisaica. Boni, Lega, Presidente del Consiglio della Regione Lombardia resta al suo posto, quando in tutti i paesi europei civili e normali dovrebbe dimettersi con accuse di quel peso. Il celebroleso Bossi lo difende a spada tratta. La verginità della Lega non esiste più , la sua onestà é già nel cesso da tempo. Da quando il tesoriere della Lega, Belsito, ha investito 1/3 del rimborso elettorale (22 milioni di euro) in una banca della Tanzania.    Ma ciò che lascia ancor più perplessi è come vengono selezionati i personaggi che gestiscono simili somme.

Belsito,una macchietta d’uomo, il prototipo del politico ruspante, ante litteram, uscito dalle vignette anni ’60 del Bossi strimpellante la chitarra . Uno che, prove alla mano, si é falsificato la patente, mai avuta, il diploma di perito e ben due lauree, entrambe fasulle, una inglese e l’altra di Malta.  Ora, quando un partito affida nelle mani di personaggi del genere 22 milioni di euro, vuol dire che coloro che lo guidano non sono neppure idonei ad accompagnare gli anziani ai giardinetti……….e non possono avere, o ritenere di avere alcuna credibilità.

Altro personaggio di rilievo di “questo mondo”,  il “senatore” Lusi, ex tesoriere  della Margherita, confluita nel PD, altro politico che resta senatore, anche dopo la cacciata dal PD e dopo essersi rifugiato nel Gruppo Misto. Reo di aver “distratto” ben 20 milioni di euro ……. Ahh… la nostra lingua, come é accarezzevole  nei confronti dei potenti .                 Sì perché nel nostro Bel Paese il potente , da secoli, non ruba , distrae!  Valgano in proposito  i commenti dei media  nei confronti del potente Cav. del Lavoro, Caltagirone Bellavista, che non é stato “arrestato”, come si direbbe normalmente, no ,no lui é stato “fermato” ! Certo per uno la cui famiglia possiede il quotidiano il Messaggero, i giornali da accatto Leggo, che  supporta l’UDC del genero Casini con 400 milioni di euro all’anno, scaricando per legge il 19%, e che siede, come seconda quota di maggioranza, nel C.d.A. di Mediobanca, occorre usare i guanti bianchi.

E poi i figli di santa madre chiesa. Gotti Tedeschi, colui che gestisce le ricchezze patrimoniali  (IOR)  di questo Stato Vaticano che ,ancor oggi 2012, é nella lista nera dei paradisi  fiscali del Consiglio d’Europa, beccato dal buon Draghi con le mani nel vaso putrescente dei misfatti finanziari di uno Stato da operetta.  Ben 4, dal 2002 , le rogatorie intentate dalla magistrautra italiana contro la S.Sede, per movimenti  illeciti di capitali, bloccate dalla Segreteria di Stato del buon card. Bertone , alle quali non é mai stata  data alcuna risposta.  Questo é il personaggio , figuratevi, professore di Etica all’ Università Gregoriana!(sic)

Bene, se questi sono gli esempi concreti offerti dal comportamento ineccepibile del buon cattolico romano , credetemi, sono fiero di essere ateo e di avere una coscienza di me stesso  e del prossimo, ben più ferrea. Occorrerebbe chiedersi come la prelatura personale di Benedetto XVI ,la Compagnia delle Opere, possa  definirsi cristiana.                             Nella logica luterano protestante questa é la prova provata del dualismo che sorregge la meschinità mondana del cattolicesimo romano. Ma anche per la sociologia moderna, Max Weber, o se preferite per il primo sociologo al mondo , l’arabo Ibn Kaldoum.

Per tornare al malaffare politico,  il problema é strutturale e generalizzato. Tangentopoli non é mai finita. In realtà in  Lombardia, regione da molti  considerata motore e simbolo del paese, il sistema é il modello Formigoni , o sistema CL ,  fulgido esempio di “onestà di maniera , consacrata a senso unico” . Un arcipelago del quale nessuno parla, e ove  nessuno vuole mettere davvero le mani.  La magistratura milanese l’ha definito sistema PDL/Lega. Non é una definizione omni-comprensiva. Ma riduttiva. Lo é in quanto al vertice, composto da 5 membri, 4 sono indagati. Includo , poiché non faccio certo sconti a nessuno, il Penati del PD.  Ma oltre ai leghisti, sempre alla ricerca di denaro per sostenere un partito, come dicono loro , dal basso, sul modello Caffarro , noto personaggio ex-presidente Regione Sicilia, oggi in galera per 7 anni, per aver mantenuto con i soldi pubblici centinaia di supporters, il sistema risulta  più articolato.

E’ il famoso complesso che tiene in piedi la struttura stessa di buona parte dell’economia lombarda degli ultimi 20 anni. Quella struttura che ha creato i Don Verzé , con il suo pozzo di S. Patrizio, il S.Raffaele, 2 miliardi di buco, che il Vaticano non si é certo accollato in proprio , ma ha cercato di porlo , prima a a carico dei cittadini italiani , e poi  posto surrettiziamente all’asta.  Santi  che odorano ben poco di santità . Ovvero un settore delle costruzioni  edilizie residenziali e di “servizio” che gode ed ha goduto di autorizzazioni “ad personam” su varie aree , metropolitane, provinciali , regionali, tutte coordinate da assessori legati ai due partiti menzionati sotto una grande regia . Le opere autostradali di Nicolò Cristiani e di Ponzoni, anch’esse si ricollegano allo stesso indissolubile legame.

Un legame non tanto sotterraneo che dal settore trainante delle costruzioni , vedi S.Giulia ,Ex Falck, ecc. con i vari potenti di turno ,che oggi denunciano le mazzette pagate, uno per tutti, Zunino,  si allarga a macchia d’olio.  Alla sanità lombarda , altro centro d’interessi della Compagnia delle Opere /CL, dove numerose cliniche sono state acquisite con pochi spiccioli , ed oggi campano a spese delle varie ASL lombarde con i contributi milionari pubblici.   Stesso discorso per le innumerevoli scuole private che godono dello stesso trattamento.  Al progetto della Malpensa leghista. Un piano che vagheggiava , meglio vaneggiava , il secondo hub italiano, quando il primo vettore nazionale oggi non é neanche più Alitalia in termini di volume passeggeri, , ma Ryan Air, vettore “low cost” irlandese. Un aeroporto che serviva ad espandere esclusivamente l’orgoglio leghista ed il debito regionale e nazionale. Così come tante altre cazzate, quali Volandia,  parco infanzia dei sogni dei Regazzoni di turno del “cerchio magico”, che sono rimasti tali.

E per finire con quello che sarà sulle pagine dei quotidiani del 2017/2018, le tangenti , le truffe, “le distrazioni”, a seconda del potere di coloro  che le commettono, dell’EXPO 2015.  Terreni ed aree che appartengono ai vari potentati lombardi: Ligresti/ Unicredit , Opere Pie varie ,per non dire esattamente arcivescovado di Milano. Questo é il sistema!  Dove nessuno sembra aver interesse a far saltare il tappo di questa cloaca a cielo aperto! Presieduta da un Formigoni al quarto mandato, al centesimo scandalo, che da buon cattolico romano difende se stesso ed i suoi mandanti “con spirito cattolico romano” perché di cristiano non c’è rimasto nulla.

Quest’Italia, questi, partiti, questa chiesa che niente ha a che fare con l’ecclesia, devono essere mandati al macero.  Tocca ai cittadini tutti prenderne coscienza. I 50  senatori PDL che hanno firmato il documento per chiedere le dimissioni di Andrea Riccardi , fondatore di S.Egidio , ministro della cooperazione,  dovrebbero vergognarsi. Come individui, come cittadini, come politici e come senatori.  Essere eletti dal popolo dovrebbe rappresentare un onore, un privilegio. Questi sono eletti dal loro domine ,Berlusconi,  e dalla segreteria di quel partito, dai Verdini , e osano  sentirsi  offesi dalle parole pronunciate dal  Riccardi che definisce il loro un lavoro schifoso?

Sarà meglio che prendano atto che il 95% del popolo italiano, sondaggi alla mano, condivide pienamente ciò che Riccardi ha espresso.  E’ giunto il momento di ricollegare il mondo politico alla realtà. E la realtà del paese li vuole tutti indistintamente a casa.  La grande maggioranza dei deputati e senatori risulta alla gran maggioranza del paese indegna di rivestire quel ruolo e quanto prima questi signori se ne rendono conto ,tanto meglio sarà per tutti. Non hanno né la statura intellettuale, né morale per firmare alcunché.  Questo non é , e non vuole essere, un discorso qualunquista. Si deve  porre rimedio quanto prima allo sfascio creato da questo sistema sul quale ,ultime , ma non meno importanti, le fondazioni bancarie , controllate anch’esse dal potere politico, operano nascondendo la rete di connivenza che tiene in piedi il sistema.

Buona vita a tutti.

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, politica-economia, Politics e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a MALAFFARE, GIUSTIZIA SOCIALE , ETICA

  1. studentslaw ha detto:

    Reblogged this on Su Seddoresu.

    Mi piace

  2. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

    Mi piace

  3. G. CARLO ha detto:

    LA CHIESA PER GOVERNARE HA SEMPRE LA VORATO A DUE MANI: DA UNA PARTE AVEVA I S. FRANCESCO E DALL’ALTRA I DOMENICANI; IN EPOCA PIU’ MODERNA QUELLI DELLA “TEORIA DELLA LIBERAZIONE” E DALL’ALTRA I DITTATORI ARGENTINI O CILENI.
    NON MI MERAVIGLIA CHE QUALCHE RICCARDI DICA ANCHE DELLE COSE GIUSTE. CON QUESTO VOGLIO DIRE CHE LA MANO DESTRA DELLA CHIESA NON SA CIO’ CHE FA LA SINISTRA E CHE IL RISULTATO (VISTO CHE “LORO”) SONO I MAGGIORI RESPONSABILI DELL’ATTUALE DEGRADO (IN PRIMIS MORALE) E’ PALESE. NON VEDO COSA CI POSSA GUADAGNARE LA CHIESA AD AVER RIDOTTO L’ITALIA A QUESTO LIVELLO, MA LA COSA PIU’ GRAVE E’ CHE GLI STESSI CHE HANNO LE MAGGIORI RESPONSABILITA’ SONO GLI STESSI CHE CI DOVREBBERO TIRARE FUORI, MA A COSA SERVE ESSERE AL POTERE SU DI UN PAESE DISTRUTTO, COSA HANNO GUADAGNATO AD AVERE UN PAESE/STRUMENTO CHE NON CONTA NULLA ? LA STORIA SI RIPETE… CHI CHIAMERANNO STAVOLTA SUL TERRITORIO ITALIANO A DIFENDERLI (SPERO SOLO ECONOMICAMENTE) IL RE DI FRANCIA , IL RE DI SPAGNA O I CROATI ? LA COSA CHE MI DA PIU’ RIBREZZO E’ CHE LA STRUTTURA MILITARE, INGRASSATA E ASSOPITA NON HA NESSUNA DIGNITA’ IDEALE… E CHE IN ITALIA NON CI POTRA’ MAI ESSERE UN KEMAL ATATURK, MA ALMENO CHE CI SIA L’EQUIVALENTE SUL PIANO ECONOMICO !

    Mi piace

I commenti sono chiusi.