SHANGRI – LA E LO SPIRITO ………


RAI

Image by Marco Gentili via Flickr

Image representing Associated Press as depicte...

Image via CrunchBase

Questo é davvero “un paese dei campanelli”, o se preferite, sempre con riferimento all’operetta , genere molto in auge per buffoni di corte come i nostri governanti degli ultimi 17 anni , ricorda Cin Ci là, che tradotto per persone colte, era Shangri-La. Luogo immaginario di uno stato idealizzato, un eden sperduto situato ai confini tra Tibet e Nepal.    Questa é l’unica considerazione possibile leggendo le statistiche relative alle  dichiarazioni fiscali per le persone fisiche in Italia.                                        Un vero “paradiso fiscale”, non per niente il primo evasore in assoluto, ma legalizzato, é il Vaticano.

Da ridere, pensate le persone fisiche che dichiarano oltre i 100 mila euro sono 398.125 , 1% ! Su 41milioni 802 mila contribuenti. Ma udite , udite, coloro che dichiarano da 35 mila a 100 mila euro  sono 3.6 milioni cioé l’8.7%. Ovvero 38 milioni su 42 scarsi stanno sotto i 35 mila euro. La ricchezza , se ricchezza si può definire,  é percepita da 4 milioni scarsi… Forse da c’é piangere. Considerando che con questi numeri  non si va da nessuna parte. Perché larga parte dei redditi prodotti sono nascosti e lo sviluppo resta al palo.              

Un mio conoscente italiano che vive a Tokio, in visita alla famiglia, l’altro giorno mi raccontava sconcertato che nel fare acquisti nella sua città natale, Vicenza, non ha ricevuto alcun scontrino fiscale.  Alla sua richiesta gli é stato risposto che allora si doveva rivedere il prezzo!

La situazione non sembra migliore se prendiamo in considerazione le partite IVA.  Quelle che superano i 100 mila euro sono 129 mila, cioé 3.3 % del totale(sic).   Anche un bambino comprende che la realtà descritta da questa fotografia si scontra in pieno contro quella reale. L’evasione é stimata dai diversi enti tra 150 ed i 240 miliardi di euro.   Il vero problema é la definizione di quello che s’intende per economia sommersa.  Ovvero ,con ,o senza il conteggio dell’illegalità pura  . Stimando entrambe,é verosimile che si raggiunga la parte alta della forbice.

E’ chiaro che  queste dichiarazioni  fanno a pugni con  l’immenso patrimonio immobiliare di cui godono gli italiani. Per quanto molto di questo , circa il 25% appartenga alla chiesa cattolica ed un’altro 50% a quella percentuale di benestanti (10% della popolazione).  Ma anche prendendo in considerazione il parco macchine che si vede per le nostre strade  non v’é dubbio che con una media di 28.000 euro a dichiarazione  é alquanto difficile credere a tutto questo.

Il governo Monti ,dove i cattolici , quelli veri, quelli convinti, quelli che fanno proselitismo, sono maggioranza, anzi di più , alti esponenti di quella che secondo la “dottrina di Todi” dovrebbe essere “in nuce” il nuovo partito cattolico. Ecco, proprio questo governo dovrebbe mostrare che più che alla fede tiene alla Repubblica. Tassare quel 25% di patrimonio su scala nazionale mi sembrerebbe doveroso in una tale congiuntura economica!

Ma oltre a questo dovrebbe rovesciare di 180 gradi la politica berlusconiana. Cominciare , come lo stesso presidente della Corte dei conti ha dichiarato, a ratificare le convenzioni ONU e dell’Unione Europea che sono dirette alla lotta alla corruzione e contengono una serie di misure efficaci  .L’etica, l’onestà devono ritornare ad essere un legittimo viatico. E ciò lo si ottiene inasprendo le leggi. Carcere per gli evasori, oltre un certo livello, carcere per il falso in bilancio e sanzioni pecuniarie personali pesanti per i consigli di amministrazione ed i  sindaci delle società che lo praticano.

INFORMAZIONE E RAI

Nel vedere le testate dei quotidiani italiani , ieri si aveva l’impressione che la fonte d’informazione fosse unica . Tutti i titoli riportavano la riduzione dei consumi. Una non notizia.  Un’informazione inutile quanto la scoperta dell’acqua calda.  Aveva ragione Giorgio Bocca, a cui va il mio saluto, nel dire che ormai il giornalismo, quello vero , fatto d’inchieste e di  appprofondimenti non esiste più. Funziona la notizia fulminea. Poi il niente. Le sinapsi non si collegano, non devono collegarsi.                                                        Le notizie non si concatenano in un’informazione sui fatti, sui dati oggettivi, sui perché, sui come. Un’informazione frammentata ed eterogenea che fà di tutto per non chiarire , per non  permettere una seria valutazione degli eventi. Un’informazione che é confezionata per un pubblico di smemorati.

E veniamo alla RAI. Come già avevo previsto nei miei bogs la televisione pubblica é stata condotta scientemente al collasso da quel sistema clientelare che la sistematica opera di smantellamento messa in atto dal buffone ha prodotto negli ultimi 5 anni. La televisione pubblica, così come l’abbiamo conosciuta, non esiste già più. Tagli enormi ,la cancellazione di tutte le sedi estere salvo Bruxelles e New York e guarda caso i giornalisti Rai si appoggeranno in tutto il  mondo agli uffici della Associated Press.  Che fine miserevole per il giornalismo televisivo ,una Caporetto. Ci appoggiamo agli yankees.

Ma in parte meritata , perché pervicacemente perseguita con comportamenti professionali inaccettabili  a causa di un’assoluta maggioritaria mancanza di spina dorsale. L’abolizione degli ordini ,anche per questo, sarà benvenuta. Finalmente Berlusconi avrà vinto la sua battaglia. Gli servirà a poco poiché la sua Mediaset sopravviverà, forse un’anno  o due , per poi fare la stessa fine.

Saranno soddisfatti tutti coloro che si lagnavano dei 100 euro di canone annui.  Da dopodomani si godranno programmi decisi dagli sponsors.  La dicotomia tra coloro che sanno e vogliono continuare a sapere e l’ignoranza della maggioranza  del paese si allargherà ancor più. Perché alla fine chi ha più mezzi accederà all’informazione specializzata, o a pagamento ed agli altri, gratuitamente, saranno forniti programmi d’intrattenimento; grande fratello, ricette economiche e grandi show di prima serata .Trasmissioni per casalinghe rincoglionite, giovani frustrati ed un gran pubblico di circa 10 milioni di pensionate e pensionati , sempre i soliti.

Un gran bel serbatoio di voti moderati ,pronti per  il “nuovo partito dei cattolici&carini, che imperversano con il loro spirito”.  Da CL a C.d.O ,passando per  comunità di S.Egidio ed università cattoliche . Dio, patria e famiglia. La ricetta é pronta , mancano ancora i commensali.   Ma i demiurghi non disperano, in un paese dove la DC ha governato 45 anni ed il partito di Berlusconi 17 , il povero Prodi 4 , hanno di che sperare. Il partito degli onesti e dei progressisti é sempre stato minoritario . La fuga verso il Centro é già in atto e quando s.madre chiesa chiama,  i chierici  accorrono. E’ proprio vero ,solo nel cattolicesimo, tra le monoteiste, esiste la triade. Si fanno in tre per vincere a mani basse. Quando non ce la fanno né il primo ,né il secondo, arriva il terzo!

Buona vita a tutti.

 

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.