LET’S HOPE


I am a rock

Image by jesuscm via Flickr

Dopo un brevissimo lasso temporale occorso per la formazione del nuovo governo Monti ed una lunga diretta televisiva per conoscere la lista dei ministri, siamo finalmente giunti al traguardo. Una cosa é finalmente certa, comunque vada le prossime elezioni e la relativa campagna elettorale non sarà gestita da Berlusconi quale dimissionario.  E questa è già un’ottima notizia perchè ci affranchiamo dalla possibilità di essere oggetto di una presenza costante, a fasi alterne ,su tutte le reti televisive private e pubbliche.

Non poca cosa, uscendo da una fase di copertura mediatica insopportabile. Quanto al governo Monti con tutta sincerità penso che finalmente ci siamo dotati di un esecutivo dotato di capacità ed intellettualmente all’altezza della situazione. Intendo dire con ciò che le persone chiamate a svolgere le diverse funzioni hanno dato prova nei rispettivi campi di esperienza. Senza dubbio molto meglio dei recenti esecutivi sia di centro sinistra che di centro destra.

Ci voleva proprio un governo di “non politici”. I politici hanno nell’ ultimo decennio dato ampia prova d’incompetenza ed incapacità, unita ad una spocchia che spesso accompagna l’inadeguatezza. Non voglio esagerare,né voglio apparire antidemocratico ,ma questo é governo elitistico.  Di alto profilo, fatto da gente che non fà carriera politica ,che hanno una loro professionalità, una loro collocazione di ruolo , alla quale alla fine di questo mandato torneranno senza voler restare aggrappati al seno della politica.

Il titolare dello sviluppo e delle infrastrutture, Passera, é credo, al di là dello stesso Monti , la punta di diamante del progetto di rilancio del paese. Le sue notevoli capacità operative  e l’abitudine al lavoro di gruppo lo rendono seriamente capace di trascinarci fuori dal guado , dalla stagnazione nella quale le ripetute , ma sterili riforme di Tremonti ci hanno condotto. Ricordo che é a lui che si deve il rivoltamento delle vecchie Poste italiane da azienda dormiente ed inefficiente a gruppo moderno  capace di dare servizi all’altezza dello sviluppo del paese.

Per gli altri ministeri non voglio soffermarmi su ciascuno , ma vedere un ambasciatore a capo della Farnesina é per me un grande piacere, soprattutto tenendo conto dell’inettitudine dimostrata dal predecessore di Terzi di Santagata che  era inviso alla gran parte della diplomazia italiana per essere superficiale, formale e inadempiente.  Vedere un ammiraglio della caratura di Di Paola, operativo e dotato di una visione globale e strategica alla Difesa,  mi consola dopo il politico di bassa lega che occupava una posizione per la quale non ha mai mostrato capacità e sicuramente un’immagine adeguata.

Sì se volete l’idea che all’economia ci sia Monti stesso é una prova ulteriore che la politica economica e finanziaria sarà univoca e non più un ‘aquila bicipite di proporzioni lillipuziane  con tanfo di scarsa deontologia. Senza contare la professionalità in campo del Professore quanto a sistemi economici e globalizzazione in atto.

Sarà da verificare il ruolo della Severino, dove il pressing del PDL si é fatto sentire fino a tarda notte per le evidenti problematiche giuridico-istituzionali presenti e le vicissitudini dell’ex padrone del vapore. La Cancellieri é indiscussa come leadership e autorità di pensiero agli Interni

Raramente mi avrete letto con tale slancio positivo . Sì questo é un governo di professori. Quelli buoni , intendo . Non quelli che si sono aggiustati la libera docenza con scambi di commissioni e favoritismi.  Da ora il team é composto e dovrà prendere in mano la situazione non certo facile. In linea di principio sono persone “non ricattabili e indisponibili”. Il ruolo di Catricalà come uomo di fiducia e di relazioni con il mondo politico nella funzione di segretario alla Presidenza sarà da visionare ed osservare con attenzione.

Quanto questo governo sarà in grado di fare, dipenderà come sapete bene da quella casta  che siede nel Parlamento. Sempre quella,  selezionata dalle segreterie, quella che ha fatto oggetto di compravendita, quella che si é distinta per inadempienza nei confronti di tutti gli italiani. Questa é la triste faccia dell’altra parte della medaglia.   Un Giano bifronte che in fondo corrisponde bene alla storia nazionale, che ci vuole sempre capaci di uscire dalle più difficoltose congiunture  a dispetto delle persone e situazioni alle quali stupidamente ed irresponsabilmente ci siamo affidati.  Sapete bene che  in Senato l’ex compagine governativa ha la maggioranza assoluta. E’ qui che nei momenti di difficoltà si misurerà la tenuta e la volontà reale dei rappresentanti del berlusconismo . Sia a titolo personale che per volontà politica e partitica.

Gli italiani mi auguro si faranno sentire nei momenti duri. Perché se é vero che siamo ancora ostaggio di Berlusconi é anche vero che loro sono oggi ostaggio della situazione che hanno prodotto.  Speriamo se ne rendano conto  e vogliano ultimare questa parte di legislatura non pensando ai “cazzi loro”, come sempre in questi 3 anni e mezzo hanno fatto  , ma  da “buoni cattolici”,  come ci tengono a mostrare per ragioni elettorali, diano una mano al paese per uscire dall’ acuta fase attuale. 

Vedremo quanto lo stellone italiano ,che spesso ci ha aiutato, potrà fare questa volta. Ma se Monti riuscirà a portare a termine questa esperienza sarà senza dubbio un governo politico. Non esistono governi tecnici. Questo in particolare, dovendo operare scelte difficili e pesanti , sarà tutto fuorchè un governo tecnico. Questo esecutivo metterà le mani nelle tasche degli italiani , speriamo in quelle giuste ,nel senso di equità sociale e distribuzione dei pesi.

Le scelte che farà saranno eminentemente politiche. E su quelle lo giudicheremo. Conosciamo di Monti la  provenienza , la sua esperienza accademica ed il ruolo che ha avuto in Goldman&Sachs e presso la Commissione europea.

Il concetto che esprimo é che al di là dell’ideologia politica  e conflittualità, meglio avere come interlocutori persone capaci ed oneste che incapaci ed inclini all’inciucio e/0 al latrocinio  a prescindere quindi dalle valutazioni.

Il chirurgo che scelgo, dopo una seconda opinione, circa il mio tumore non lo valuto per la sua opinione politica , né per le sue preferenze personali. Ciò che m’interessa é che sia il miglior chirurgo disponibile su piazza.

Buona vita a tutti.

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, europa, International relations, politica-economia, Politics e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.