QUE SE VAIAN TODOS


emblem of the Italian Republic

Image via Wikipedia

Il titolo vuole essere  un invito a questo ceto poltico a prendere coscienza della propria indeguatezza, non solo nei confronti del paese, ma anche della eclatante incompetenza dimostrata nel governare .

Tre dati incontrovertibili che devono essere cacciati in gola a questa destra impunita e becera. Il debito pubblico italiano nel 2007 era di 1604 miliardi  (pari a quello francese di oggi ,1640 !) cioé 103.6% del PIL.            Dopo il 3° governo Berlusconi ,  nel 2011 ,il debito é 1911 miliardi , quasi il 120% del PIL.   Il tasso di crescita del paese é passato dal 3% a 0!!!                      La disoccupazione giovanile  é al 27.8% , Il totale di disoccupati sfiora i 4 milioni. 

Il mio precedente blog, ha sollevato un certo numero di critiche. Non potendo rispondere a tutti coloro che mi inviano i loro commenti, colgo l’occasione di chiarire meglio il senso delle mie parole di ieri e del titolo di oggi.

Non si tratta certo di qualunquismo. Lungi da me. Chi mi segue, conosce la mia idiosincrasia verso questa forma di astensionismo da rigetto. Ciò che mi indigna, e credo dovrebbe indignare qualsiasi cittadino responsabile di questo paese, é il constatare giorno , dopo giorno, che il buffone e con lui tutti i suoi parlamentari , selezionati  con cura tra i più docili e domati, non accettano, neanche minimamente, le responsabilità  per averci condotto dove siamo.     E’ inaccettabile che si continui a raccontare storie tipo “noi siamo ancora la maggioranza di questo paese”. “L’Italia é messa meglio di altri paesi quanto a debito prmario” ecc. ecc.

E’ inaccettabile che si continui a tenere il paese sottoscacco. Monti resterà appeso ad un filo. Al volere di questa ciurma di accattoni che di fronte a provvedimenti giudicati elettoralmente avversi al PDL, o qualche altra piccola fazione satellite. Oppure , relativamente all’ammissibilità del referendum sulla legge lettorale presso la Corte Costituzionale . Questa ciurma detiene ancora il potere, seguendo  il proprio tornaconto personale, di farlo cadere al Senato.

Quanto al PD  ha tenuto ad affermare la propria abnegazione e responsabilità preferendo servire il paese e non chiedere subito le elezioni. Corretto in linea di principio. Ma  versione parzialamente edulcorata . Ciò in quanto, se é vero che la superiorità elettorale della sinistra é oggi indiscutibile  nel paese, le divergenze interne al partito, l’assenza di un programma condiviso con gli alleati e le mancate primarie , sono notevoli ostacoli.  Senza considerare che con la legge truffa della legge elettorale odierna ,voluta fermamente dalla Lega, ed il suo 10% di premio di maggioranza , difficilmente al Senato la sinistra avrebbe ottenuto la maggioranza. Con ciò ricreando il caos del governo Prodi.

Con quest’ultima considerazione mi riallaccio alle affermazioni del blog di ieri . La zavorra é costituita da buona parte degli ultra cinquantacinquenni che per mancanza di cultura , bassi livelli d’istruzione , fanno del nostro paese un paese d’ignoranti. Statistiche alla mano. Ma al di là del titolo di studio che serve sociologicamente ,da sempre, per suddividere  e stratificare la popolazione ,piaccia ,o non piaccia ,  la valutazione che facevo poggia su uno “iatus” ,una linea di demarcazione, un differenziale lampante.

 Berlusconi ha avuto il consenso degli italiani perché incarna l’individualismo tipico ed il populismo che hanno condotto il paese al fascismo .  Sottocultura diffusa che ancora accompagna i passaggi , le transizioni politiche italiane dal 1861. La resistenza avrebbe dovuto avre piena conclusione ed essere definita   guerra civile . Ma non si é compiuta fino in fondo. Con l’assunzione di colpe e  l’accettazione da parte di tanti italiani della responsabilità.   Si preferì abbozzare .  Per questioni di carità cattolica , non certo cristiana! Basti vedere il pieno coinvolgimento del Vaticano nel fascismo e nel nazismo. Pio XII ,nunzio apostolico a Berlino ed il suo carteggio che non pubblicano. 

Quindi nessun tribunale, nessuna Norimberga. Piazzale Loreto é stato il lavacro di milioni di piccoli fascisti che il giorno dopo non erano più tali.          I fascisti sono stati riassorbiti , senza colpo ferire .  Morto il Duce ,tutti a casa!

Che schifo. E le migliaia di gerarchi e ufficiali , tutti innocenti. Tutti avevano obbedito gli ordini? Che paese di merda. In Germania il Mein Kampf é fuori legge, tutta la cultura nazi-fascista é fuori dalla storia. In Italia ancora nel 2011 la destra becera, accattona, Libero, il Giornale  ecc. pubblica e ripubblica di anno in anno :DVD, testi , articoli,  collane , pseudo- storiche  su Mussolini ed il fascismo. Un’apologia del fascismo incredibile per un tedesco ed un cittadino europeo .  

Ecco parlo di quella vasta platea di italiani che convive con una storia che non é, non é mai stata. Il voler attribuire lati positivi al fascismo che ha provocato milioni di morti in Italia ed all’estero significa non capire . Significa voler riscrivere la Storia. Credere , o volere far credere in una grandezza che non é mai esistita, come le vacche di Mussolini che erano sempre le stesse grazie al MINCULPOP.  Minzolini ha rappresentato il minculpop di oggi. E deve sparire!

Per tornare ai giorni nostri Berlusconi non ha niente del liberista. Il nostro é un capitalismo molecolare. Le medio-grandi aziende italiane sono : dalle 3000 alle 5.000, a seconda del livello minimo di occupati che esse impiegano !   Ma il blocco sociale ,il tappo  che produce il rivendicazionismo di Bossi e l’individualismo berlusconiano  sono parte integrante di quella massa di individui, uomini e donne.   Quell’esercito di partite  IVA  finte  e quei  6 milioni di  capitalisti molecolari.   Gente che, se veramente comprendesse cosa é  la patrimoniale ,e cosa produce in termini di gettito , la voterebbe subito , perché non pagherebbe un euro.

Non comprende la 1° casa, non comprende i CC, é una misura che in generale si applica in Europa (Francia e Germania) a partire dal milione di euro di proprietà immobiliari, o mobiliari. Ma é strutturale e produce un gettito costante in percentuale sul patrimonio posseduto. 

No, coloro che hanno in mano il destino di questo paese in termini politici ed economici ,gli ultra cinquantenni, hanno scarsa cultura in senso generale ed in senso specifico. L’Italia manifatturiera , la seconda potenza in Europa , dopo la Germania, sta scomparendo a causa della mancanza di una politica industriale capace di supportarla e di scelte idiote delle famiglie imprenditrici .Da ormai quindici anni non hanno più reinvestito nelle loro aziende per mancanza di strategie, assenza di risorse umane  all’altezza della globalizzazione dilagante, transizioni generazionali impossibili da realizzare per pochezza di materiale filiale.

La destra , Berlusconi , non hanno  fatto niente per rimediare , ovviare , combattere l’esodo.  Il grande capitalismo in Italia si é estinto. Pensate agli Olivetti, ai Pirelli , ai Cuccia.  La politica dei distretti ha fallito perché non ha favorito le aziende meritevoli, ma quelle politicamente  orientate. Le concessioni governative hanno fatto crescere i parassiti che hanno creato oligopoli Benetton , Gavio, Berlusconi ecc. La municipalizzate e le fondazioni bancarie hanno fottuto il resto . Una spartizione indecorosa del denaro pubblico, del risparmio privato del paese.

In realtà questa classe politica si é posta essa stessa fuori gioco. Il governo Monti, se vedrà la luce, é la prova lampante di una classe politica che ha abdicato al suo ruolo primario. Non é stata in grado di fare le scelte giuste nei momenti cruciali. Ma invece di lasciare governare, per evitare la catastrofe speculativa che si abbatterebbe su di noi , vuole mantenere ancora surrettiziamente il potere decisorio.   Allora il concetto di fondo é che i moderati, i benpensanti , questi ultra cinquantenni aprano gli occhi.

Sono necessari almeno 6/8 mesi per riuscire ad arginare il problema economico. Altri 4 mesi se si riesce a promulgare una nuova e democratica legge lettorale che mi auguro a doppio turno.  In mezzo ci sono due scadenze ; la prima, il referendum e la sua  ammissibilità, che provocherà scossoni e problemi di tenuta. La seconda,  l‘elezione del presidente della repubblica , densa di incognite.  Cerchiamo di uscirne indenni. Questa  classe politica non deve pensare neanche per un minuto di andare alle elezioni con la vecchia legge, contando ancora una volta sulle liste del padrone ,o delle segreterie. Non hanno onorato nè se stessi , né gli italiani ai quali ,d’altronde, essi non rispondono perché da loro non eletti.

Che se ne vadano e possibilmente non tornino sotto un’altra casacca.

Buona vita a tutti

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in economics, europa, International relations, politica-economia, Politics, relazioni internazionali e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.