IL PD E LA GALASSIA C.d.O.


emblem of the Italian Republic

Image via Wikipedia

Mi vien quasi da sorridere nel  pensare al buon Bersani che nei confronti del mondo cattolico intende prendere una “posizione ecumenica”. Peccato che invece quel mondo, quella galassia, quel coacervo di interessi patrimoniali, aziendali, istituzionali non intenda prendere lo stesso atteggiamento nei confronti del PD e della sinistra in generale.  Nel blog precedente  ho voluto attenermi di proposito ai concetti più etici e morali del rapporto con la chiesa per quanto concerne l’individuo ed il cittadino.

Ed é in quel rapporto tra cittadino e Stato che si sostanziano i valori su cui poggia la relazione alla base della convivenza e cittadinanza. Non sui rapporti che l’individuo ,il credente ha con la fede, o la religione. Due parallele che non devono mai collidere in uno stato democratico fondato sulla libera professione di ogni fede.

Ciò non solo é giusto, ma a questo punto vitale, per lo Stato italiano ribadire la propria laicità ,  la propria  supremazia nel campo dei diritti  in rapporto alla Chiesa. Ne va della sua sopravvivenza. Bersani può anche tapparsi gli occhi , ma la realtà alla quale siamo oggi confrontati deve pur far aprire gli occhi non solo alla sinistra italiana , ma anche ai liberali , quelli veri , anche se ormai pochi, che credono nella supremazia dello Stato rispetto alle più varie confessioni dei propri cittadini.

Compagnie delle Opere ( C.d.O.) e C. L. rappresentano una galassia di grosso peso politico ed economico in questo paese. Assolutamente da non prendere sotto gamba.  36.600 aziende ad essa collegate,  fatturato diretto  complessivo circa 70 miliardi.  4 milioni di attivi , controlla varie società;  CdO Net, Magifyng films,  Bps .Attraverso i suoi vari numerari come ad es.G.Tarantini, Pres. della A2A, ma anche membro cons. di Cariplo, BPM Akros e                          P. Fumagalli , Pres.di Intesa Vita e sindaco della Cassa depositi e prestiti, giusto per citare i più in vista in Lombardia, esercita un notevole potere su nomine e appalti , aste . In un eccellente libro di Ferruccio Pinotti ,”La lobby di Dio” ,che ho già citato in altri blogs, potete trovare l’ampio spettro delle attività di questa rete di “amicizie” che basa il proprio potere sul complesso delle relazioni.

In un paese come il nostro, fondato sul familismo e tutto ciò che ne consegue, comprenderete come questa politica di relazioni possa essere pagante. Un sistema dove la politica distribuisce le carte ed i privati grazie ad aste preferenziali si aggiudicano le opere. Lavitola sarebbe un’illustre nessuno in confronto!

Nella sanità in Lombardia la galassia C.d.O. controlla le direzioni generali di ben 7 tra i maggiori Ospedali  ; Maggiore,Niguarda, Sacco, a Milano e poi Mantova , Riunite a Bergamo e S. Gerardo a Monza. Quando poi si scopre che il 90% dei ginecologi ed ostetrici in Regione sono obbiettori “di coscenza” comprenderete il perché……..  Lo stesso dicasi per quano riguarda i pazienti terminali terminali…!

Ecco che allora  in senso pratico si creano differenze  di trattamento e terapeutiche che si scontrano con la legge dello stato. Per non parlare  del senso di uguaglianza tra cittadini pazienti. Perché alla fine il potere economico ha riscontri politici ed etici notevoli. Ed allora il PD non può cavarsela con il dialogo, ma deve indicare vie diverse per aggiustare il tiro, per evitare che questioni di fede mal poste e fideisticamente gestite possano collidere con il senso etico e morale che appartiene allo Stato difendere. Altro che ecumenico!

Per non parlar degli assetti economici che al momento opportuno divengono meramente politici. Pensate all’Expo. Questa settimana si svolgerà l’ asta per la prima tranche di lavori di lavori , 300 milioni di euro.  Sarà divertente dopo il 2015 vedere cosa la Magistratura contabile troverà negli affari realtivi alla zona. Proprietà private, Cabassi ,curiali ecc, dove gli interessi della galassia sono enormi ,che dopo essere state cedute, saranno cementificate per la creazione di aree residenziali dai parametri catastali amichevolmente abbondanti. Noi contiamo sulla giunta Pisapia per arginare la famelicità di quest’esercito di dio. Per maggiore garanzia il nuovo patriarca é teologo massimo della Compagnia delle Opere . D’altronde ,chi meglio di un ciellino può governare la più ricca diocesi che il Vaticano possegga nel mondo , Milano!  Anche il pontefice si é inchinato al potere e volere della sua personale prelatura!

Per non parlare della galassia di cooperative che gravita intorno all’ex presidente della CdO Debellini,  a capo di un trust di beneficenza diritto inglese che ha un   fatturato di 400 milioni di euro ed opera in vari settori; energetico,edilizio, turistico. Bene questo gruppo che controlla a sua volta la Solfin International ha richiesto ed ottentuo di entrare in Confindustria. Ecco allora che un’altro piccolo miracolo si é compiuto , la Confindustria di Dio é entrata a far parte della Confindustria , tout court!. Molto bravi questi ciellini. Grandi capacità di marketing relazionale, e di partite di scambio.

E questo PD pensa di relazionarsi con questa galassia megagalattica in termini di lobby e potere diffuso nel paese, con 37 antenne  e 16 all’estero, semplicemente marcando certe piccole differenze  e parlandone sommessamente come in confessionale?

Vedete in un blog precedente indicavo che le riforme in quest’Italia ormai le si possono fare con un consenso ampio , ma non di tutti. Quei poteri che hanno potuto espandersi grazie alla non tassazione delle rendite del loro patrimonio, dei profitti realizzati dalle aziende in regime di detassazione, non potranno mai essere partecipi ed artefici del cambiamento. Ora poiché sono ben introdotti in tutti i gangli dell’economia, occorre fare delle scelte ben precise. Dalema ,per il quale non nutro certo una grande stima, non per la furbizia certa, ma per l’intelligenza e l’onestà intellettuale,  ebbe a dire visitando Mediaset che era un’azienda patrimonio nazionale.

Giusto. Si é dimenticato di aggiungere che era così proprio perché si avvaleva di concessioni dello Stato donategli dal governo in barba ad un iter di attribuzione che fu scavalcato ad personam da Bettino Craxi per favorire il suo massimo contribuente alle campagne dell’allora PS . Il problema non sono le aziende , ma la loro eticità e liceità operativa.

Per tutte queste ragioni veder fiorire una galassia di aziende cooperative che operano in rete tra di loro con regimi di tassazione differenziata,o in detassazione totale, difficilmente controllabili, a me pare un’argomento e tema  che richiederebbe maggior attenzione e controllo ai fini stessi della legislazione sulla concorrenza europea. Per non voler trattare il tema della concorrenza stessa con le aziende similari a livello settoriale che chiaramente sono notevolmente svantaggiate nella competizione con la galassia.Pensate al numero notevole degli hotel e strutture affini detenute dalle curie nelle varie province italiane, solo Roma e Padova ne contano circa un centinaio.

Quando poi si nota che molti uomini delle Istituzioni hanno incarichi di peso nella galassia che ha propri nomi in posizioni di rilievo in 3 Fondazioni, 6 banche,11 grosse aziende a partecipazione pubblica, 9 grandi aziende private in Lombardia e anche nella stessa chiesa conta oltre a Scola su sei eminenze ben piazzate,  fossi Bersani prima di recarmi dall’ex Gen di Corpo d’Armata Bagnasco, il prossimo Novembre, mi documenterei meglio.

Ed invece delle relazioni tra stato e chiesa sposterei l’incontro sul tema relazioni fiscali e tributarie tra patrimonio ecclesiastico  e legislazione italiana

Buona vita a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.