PIU’ CHE CAOS SEMBRA DIVENTARE CRACK


UBS offices at 1285 Avenue of the Americas (Si...

Image via Wikipedia

Come già da più di 2 mesi, sostenevo che  la situazione economica del paese Italia diveniva sempre più labile. I continui ed insostenibili mutamenti alla manovra finanziaria non hanno apportato alcun cambiamento degno di nota. Il problema é oggi molto più grave e serio.

La credibilità del governo e soprattutto la presenza di Berlusconi, in qualità di primo ministro, stà letteralmente massacrando la nostra esposizione internazionale. Cernobbio ha purtroppo fornito ,con i suoi incontri , la consapevolezza dell’incapacità governativa a gestire la crisi. Un’occasione di dialogo si é trasformata per noi in un appuntamento funereo. Fornire a dei banchieri questa visione di pavidità è stato un colpo mortale.

Entro fine settimana il rating italiano sarà nuovamente abbassato. Il nostro deficit avrà un costo insostenibile a medio termine.

Oggi lunedì 5 Settembre le borse europee stanno dando il là alla recessione doppia annunciata. E le perdite saranno ancor maggiori questo pomeriggio quando Wall Street aprirà i battenti.  La richiesta di risarcimento avanzata dal governo federale americano ad alcune banche europee UBS , Societè générale ecc.  ha ulteriormente messo in crisi il sistema.

La sentenza della Corte Suprema federale tedesca ,attesa per mercoledì , circa la possibilità che il governo tedesco non possa indebitarsi nel quadro del sistema UE, accordando prestiti ad altri Stati membri , ha d’altronde gettato altra benzina sul fuoco.

La politica della Fed attendista e inconcludente fà comprendere che anche per gli USA , la congiuntura vira bruscamente al nero fosco.

Le perdite di borsa che stanno impoverendo  migliaia di risparmiatori , riducono anche drasticamente le possibiltà di finanziare progetti di sviluppo e crescita a breve termine . Stiamo cioé avvitandoci in una recessione dalla quale non sarà facile uscire.

Come anticipavo le leadership politiche sono immobilizzate. Merkel, come previsto,  ha perso le elezioni nel Land del Mecklemburg, tra pochi giorni la sua sorte sarà definitivamente segnata da quelle di Berlino. !

Sarà una una sconfitta  epocale della CDU/CSU,un glorioso bagno di sangue. Ma questo proprio in un momento nel quale occorrerebbe freddezza di giudizio. Capacità di analisi.  Interesse ed azione comune.

Purtroppo i popoli non hanno, anche per colpa  dei media, una chiara definizione dei termini globali. 2/3 dei cittadini tedeschi non concordano con gli aiuti forniti dalla Germania ai paesi in difficoltà. Non si é spiegato loro che però gli scambi intraeuropei sono la prima fonte di reddito per le aziende tedesche (80%). Ragion per  cui se il Sud Europa :i famosi PIIGS vanno a puttana , anche la Germania li seguira a ruota. Avranno il solo piacere di affondare per ultimi. Sai che soddisfazione.

Ecco l’informazione , il ragionamento , una visione globale della situazione.

E’ ciò che manca a molte cancellerie europee oggi . Ripeto, i maggiori premiers europei non saranno più tali entro 12 mesi. Qualunque cosa essi facciano nel prossimo futuro! Sarkò , Merkel, Berlusconi ,Zapatero..Adieu, Good Bye.  Si attenderebbe da loro uno scatto di orgoglio, di spirito europeo e di prendere davvero misure serie.

In primo luogo una solidarietà interna,ma anche una risposta secca  e decisa a quegli istituti finanziario-bancari ,per lo più americani, che per salvare il dollaro a tutti i costi ,stanno attaccando l’euro a testa bassa. Se Obama , la Fed non sono in grado di intervenire ,allora dobbiamo rompere l’accerchiamento e sfondare l’esile carton gesso che ancora trattiene il debito americano dal baratro! 

Ben più importante di quello di tutti i paesi europei messi insieme. Pronti a minacciare gli USA di sganciarsi dalle politiche di equilibrio che stiamo sostenendo da sempre. A cominciare dalla GB . Da dove parte il 70% degli attacchi contro l’euro. Non si può continuare a far finta di nulla.

Il laissez faire ci ha condotto nell’angolo, é giunto il momento di reagire . 

E se occorre con cattiveria. L’Europa conta 450 milioni d cittadini, di consumatori, di produttori, di mercato! Gli USa appena 300 milioni . Il debito pro capite americano è il sestuplo dell’europeo. La Cina che lo sa bene,  é il primo partner dell’Europa e sta lentamente portando in Euro i Treasury bills  che ha accumulato per aiutare le proprie esportazioni  in USA in passato.

Gli Arabi stanno facendo la stessa cosa ed usano il denaro per aiutarsi vicendevolmente tra Stati : Tunisia, Egitto prendono oggi denaro in Arabia Saudita,in Quatar, in Kuwait, invece di ricorrere ai prestiti  della Banca Mondiale, o del FMI .

Perché ? Perché non vogliono essere costretti ai diktats economico finanziari da parte di queste organizzazioni che notoriamente  hanno precise direttive ,non sempre di aiuto disinteressato!

Ecco sarà meglio che Sarkò , Merkel, ed il governo di solidarietà nazionale che é in procinto di nascere in Italia, si ricordino tutto questo ed agiscano di conseguenza.

Buona vita a tutti.

P.S. Ad ulteriore riprova della situazione vi annuncio che i depositi delle banche europee a 24ore presso la BCE hanno raggiunto la rispettabile cifra di 158 miliardi di euro. Ciò prova  il timore che la crisi si avviti. La remunarazione di tal depositi é 0.75%.I prestiti d’urgenza fatti venerd^ dalla BCE ammontavano a 14 miliardi. Mi aspetto grandi balzi in settimana!

 

Advertisements

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.