I Governi di 26 Paesi hanno richiesto informazioni personali su utenti Google -Indovinate quali sono tra questi liberi e democratici i primi della lista?(via Eideard)


Approfitto di questo articolo interessante, concernente in particolar modo gli Usa e l’applicazione della recente legge approvata nel 2010 ,il Transparency Act, per affrontare un tema che ci riguarda più da vicino.
Ovvero il rischio che dal 6 Luglio p.v. , in applicazione di una delibera governativa ,l’AGCOM possa, su semplice richiesta di un possessore di copyright, bloccare e far cancellare un sito Web dai providers, senza alcun intervento dell’ autorità giudiziaria .

Ma prima di trattare il nostro caso, intendo charire il quesito posto dal mio amico Ed circa le entità statuali “democratiche”.

Primi gli USA con poco meno del 90% delle 14 mila e passa richieste di informativa sugli utenti Google, secondo il Brasile e poi a seguire, in ordine ; Sud Corea, Germania , Libya, India.

Come vedete Stati tra loro ben diversi si ritrovano assimilati quanto a ricerca di informazioni.

E’ chiaro che una cosa é la ricerca di truffatori e di imprese piramidali sovranazionali dedicate alla truffa e un’altra sono le informative circa abitudini e propensioni ideologiche degli utenti…….

Ma venendo ora al nostro caso c’é proprio da preoccuparsi.

Come hanno già cercato d’intervenire varie Associazioni di Consumatori ;

Adiconsum ,Altroconsumo ,Agorà, Confesercenti,Confcommercio ecc. e come pubblicato sull’Espresso, dalla settimana prossima l’AGCOM potrà avere il diritto di oscurare siti Web, senza alcun processo ,su semplice richiesta dei detentori dei copywriters .

Ovvero tale normativa nasce ed é stata fortemente voluta da Berlusconi & Mediaset ai fini di tutelare i diritti di copyright . In realtà Mediaset ha più volte intrapreso azioni legali contro Google in passato per contenuti audiovisivi apparsi sulla rete tramite Youtube.

Ma miei cari lettori ,voi capirete che in un paese come il nostro che vive di oligopoli e monopoli costruiti dal niente e sul niente, alla faccia delle varie Autorità della Concorrenza , guarda caso di nomina governativa, come a dire io che comando mi scelgo il mio proprio controllore …….

una tale normativa, unica al mondo in paesi occidentali avanzati, é evidente che possa tranquillamente divenire un semplice e potente subdolo grimaldello per togliersi di torno coloro che in temini politici sono considerati “ostili”.

Pensate alla macchina del fango che corre parallela!

Unico modo per le associazioni e tutti noi é quello di manifestare un chiaro , profondo e sentito dissenso contro un ennesimo provvedimento bavaglio.

Intanto quando questa normativa uscirà , sarà immediamente impugnata presso il Tar del Lazio.

Ma resta sempre il fatto che questo Governo, questa maggioranza, questa politica é ormai scientificamente impegnata non a risolvere i problemi del paese e di tutti noi!

Bensì a cercare di ridurre al minimo il dissenso, per poter manipolare meglio un paese che già ignorante é ,e che grazie ad Internet ed alla Rete mette in comunicazione il paese reale e dinamico capace di reggere la sfida.!

Buona vita a tutti.

26 nations demand personal user info from Google - guess which Free and Democratic country leads the list? Differences? Well, Mueller prefers a .40 calibre Glock Private information about Google users was demanded by governments or police a total of 14,201 times in 26 developed countries in the last six months of last year, according to figures released for the first time by the internet giant… In an effort to highlight the amount of online censorship that exists, Google disclosed that it had received more requests from the United States than anywhe … Read More

via Eideard

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in politica-economia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.