Andropausa e personaggi politici


International Monetary Fund's Managing Directo...

Image via Wikipedia

Non avrei mai immaginato di dover scrivere queste righe stasera. Alle 19 ora di NY, Dominique Strauss Kahn ,presidente del FMI, é stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Il nostro DSK, come lo apostrofano confidenzialmente i giornali francesi, era già seduto in prima classe sul volo AF23 diretto a Parigi ,quasi pronto al decollo dal JFK,  quando 4 detectives della polizia di N.Y. hanno bloccato il volo , sono saliti a bordo , hanno prelevato l’importante personaggio e se lo sono portato alla centrale di polizia di Manahattan dove é tutt’ora sotto interrogatorio e trattenuto.

Ieri mattina per noi, DSK sembra avesse aggredito una impiegata 32 enne del Sofitel della 43.ma strada e poi se ne fosse tranquillamente andato. Non si sa se il viaggio a Parigi fosse già in agenda, ma fatto stà che ora é ancora  a N. Y. “malgré lui “!

Da un punto di vista personale il buon DSK non rischia la galera poiché gode di immunità diplomatica. Sarà quindi rilasciato comunque . La sua funzione é in scadenza a breve . Unico problema che non mi é dato conoscere al momento é se l’impiegata sia di nazionalità francese . In tal caso il reato si estingue per immunità in USA, ma in Francia sarebbe perseguibile.

Ciò detto non é questo il tema  e l’oggetto del blog.  No, sono le problematiche che questo avvenimento innesca e le molteplici ripercussioni. Come affermavo in un mio blog recente sottolineavo che DSK sarebbe stato molto probabilmente eletto alla presidenza della repubblica alle prossime elezioni francesi in programma nel 2012. Sarkozy non gode più né di stima , né di consenso e la sua tronfia caricatura del francese medio non convince più l’elettorato moderato francese. Il problema é che oggi il rischio che quelle elezioni le vinca Marie Le Pen  é molto alto. Il partito fascista che suo padre non é riuscito a far decollare , ma che in presenza di una xenofobia montante e di un UMP (partito di Sarkò) incapace, rischia di essere vittoriosa.  François Hollande, il segretario del PS francese, è un onest’uomo.

Intelligente  e capace ,un pò come il nostro Bersani, ma non dotato di carisma, leadership ed oratoria  necessarie per vincere in un mondo mediatico e populista che si ciba di battute e non di approfondimenti, né tanto meno di riflessioni. E  se la Le Pen dovesse vincerle sarebbero problemi per tutti in europa, almeno  per quella in cui credo …

Il buon DSK non é nuovo purtroppo a questo genere di comportamenti.E per lui non si tratta solo di andropausa.  Come avevo già sottolineato in precedenza, al pari del nostro Primo Clown, ha una tendenza verso atteggiamenti non consoni per uomini pubblici che rivestono funzioni e responsabilità tali da non dover essere messe in ridicolo. Tanto più se queste ultime rivestono carattere di rappresentanza.  Già 25 anni fà nella sua Alsazia , da giovane socialista rampante, era stato invischiato in un “affaire” simile.  Ma allora fu graziato sul nascere. Poi nel 2008 , poco dopo essere stato nominato al FMI , situazione similare con un’impiegata del FMI che poi fu graziosamente promossa ed inviata alla banca europea dei regolamenti internazionali.   Nel frattempo la Francia e la sua politica estera mostrarono più accondiscendenza verso  George W. nella sua caccia fasulla ai terroristi per lasciarlo al suo posto.

Ed ecco che oggi, proprio sul punto di scendere in campo politicamente nel suo paese per concorrere alla carica più elevata,  il buon DSK scivola, ancora una volta, su un vizietto che poi tanto piccolo non é , almeno nelle democrazie progredite e civili .         E perde probabilmente l’ultima chance.

E’ un vero peccato , perché persona dotata di acume  e background economico notevole, che avrebbe potuto contribuire a far uscire la Francia dalla finta “grandeur” ed a realizzare un Europa più solida.

Ma tant’é.  E qui si denota un’ulteriore differenza culturale tra nord e sud di questo continente ,dove comportamenti deviati e non consoni del tipo sono severamente sanzionati dall’opinione pubblica .              Ed in primis dal partito stesso a cui i candidati appartengono. Purtroppo il ceto politico del PDL, le classi di età e di reddito che supportano il presidente del consiglio ed in fondo i suoi sostenitori non sembrano possedere  la statura morale che vige,opera e funziona in Europa.    Ed allora noi ci teniamo il nostro erotomane  in andropausa, fiero delle sue finte dimostrazioni di virilità a 76 anni e ci ridiamo persino ,quando in tutta europa questa ostentazione viene considerata inaccettabile. Una tale assuefazione e visione del mondo denota segni di subcultura.

Aggiungo a questa considerazione un’ ulteriore diversa visione ed approccio, propria e tipica  del diverso credo praticato al nord rispetto al sud.   La morale protestante impone ai fedeli di comportarsi secondo l’etica richiesta “hic et nunc” , ovvero su questa terra. I luterani , i calvinisti non godono nel loro armamentario  delle confessioni , del perdono  ed é fondamentalmente il loro comportamento che  fà testo .

La religione cattolica, molto più permissiva, non sanziona, ma tende  attraverso il perdono ed altre varie forme canoniche  a superare il peccato. Lasciando quindi al poi ….al mai, di fatto, la sanzione terrena. 

Se poi infine guardiamo al formalismo della societaà latina ed alla dicotomia tra il garantismo per i garantiti ed il giustizialismo invocato per i poveracci , allora qualche interrogativo dovremo pur porcelo da cittadini e laici . 

Ma certo il  problema di come il machismo, la virilità, la dimostrazione “urbi et orbi” di quest’ultima  esercitano un peso ed una interpretazione tanto diversa a seconda della latitudine lascia davvero perplessi.  Nelle società nordiche fenomeni di tale tipo non solo sono sanzionati politicamente, ma lo sono anche e soprattutto  socialmente. Ed allora ? Se le donne italiane non fossero le ultime in Europa per occupazione, se potessero contare su un lavoro ed un salario, se potessero quindi godere di una maggiore stima di se stesse, forse fenomeni tipo veline, concorsi di bellezza, concorsi di ogni genere, che mettono in evidenza il corpo e non la mente, le qualità culturali delle donne  allora……. 

Se invece di promuovere questo tipo di soluzione, dando loro più partecipazione e certezze i media e l’istruzione promuovessero un tipo diverso di donna sarebbe molto meglio. Forse anche le loro mamme andrebbero educate in tal senso. Corsi di rieducazione ?

Ma che volete farci se per ogni erotomane in andropausa, dotato di denaro e/o potere, ci sono cento donne pronte a tenergli compagnia  a suon di pompette, beh allora forse occorre rassegnarsi.

Viviamo in una società che, come ama dire un personaggio a cui faccio spesso riferimento, il marchese del grillo , continua ad apprezzare il vecchio medioevale  e classista adagio ; Io sò io e voi nun siete un cazzo!   Questo é in fondo ciò che il nostro Primo Clown ci ricorda un giorno sì e l’altro invece pure!

Come vedete,  anche a parità di nefandezze, la sanzione sociale , prima ancora che giuridica si differenzia e si discosta molto tra i paesi europei dove l’uomo pubblico deve dare il massimo esempio di trasparenza e correttezza.  Ma da noi, si sa, oltre i 70 anni la legge opera a scartamento ridotto.  E certi vizietti sembrano essere tollerati senza pudore. 

Questo in ultima analisi mi “ricorda di ricordarvi” un’assioma fondamantale per il cittadino partecipe  e conscio dei propri diritti e doveri.

Oggi, mi raccomando, andate a votare ,o voi che siete chiamati ad esprimere il vostro voto . Più di 1/4 dei citttadini italiani. In oltre il 15% dei comuni italiani. E mi auguro sinceramente  che da lunedì si possa cominciare a voltare pagina ! E non solo quella.

Buona vita e buon voto a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.