L’ ETERNO VALZER DI QUESTA PICCOLA,PICCOLA ITALIA


Cover of "The Church"

Cover of The Church

Un continuo movimento ritmico e ondivago che accomuna incessantemente gli alti e bassi di questa odierna involuzione sociale ed economica del paese.

Lasciamo perdere la politica. La dicotomia tra questo Parlamento e la società civile é ormai evidente a tutti, anche a coloro che, tra i più garantisti, attendono gli sviluppi di una situazione che va degenerando di giorno in giorno.Parlamentari che con la massima disinvoltura passano e trapassano da un partito ad un altro ,da un gruppo all’altro, generando non pochi interrogativi, non solo sull’etica che li contraddistingue, quanto sulla loro salute mentale.

Gente che ormai avvinchiata alla cosiddetta poltrona sa bene che, finita quest’era sciagurata, tornerà alla vita precedente di personaggi in cerca d’autore e di sponsors.  Gente che senza questa legge elettorale, di cui ogni cittadino dovrebbe ricordare la stupidità  a futura memoria degli autori (l’odontotecnico Calderoli ed i leghisti tutti!), sarebbe oggi ad ingrossare il già vasto numero di disoccupati. Legge che ci ha regalato la peggiore rappresentanza parlamentare dagli inizi della Repubblica, e si vede…..

Credo di essere tra i molti che mai,neanche per un minuto, ha sintonizzato la TV su quel fenomeno da baraccone che é il festival della canzone.Ma vi rendete conto ? Nel 2011 una tale manifestazione?                                                      Un coacervo di cattivo gusto ,retorico e melenso, insieme di scarsa qualità e pienezza di audience. Lo stesso Benigni ,di cui ho potuto vedere in seguito la performance su You Tube,ha finito per essere integrato in questo spettacolo onnivoro dal quale é difficile scampare. Così divisi quanto a cultura,istruzione ,idee, futuro ,ma purtroppo ,nostro malgrado, uniti nel fato nazional popolare.

E così non ci priviamo di niente. La ricorrenza per il 150° dell’Unità d’Italia diviene  anch’essa oggetto-soggetto di diatriba ..

Industriali oligopolisti del calibro di Benetton,Della Valle, Marcegaglia si schierano contro la celebrazione per non perdere ai fini statistico economici un giorno di lavoro. Gente che grazie agli appalti e concessioni pubbliche riceve giornalmente milioni di euro ……….Politici ,ministri di questa Repubblica che hanno giurato su questa Costituzione,  che ritengono questa festa incostituzionale. I tre porcellini:  Bossi ,Calderoli e ….ops, Maroni  sempre più intelligente degli altri due, assente giustificato ,non ha espresso voto al Consiglio dei Ministri.

Peccato che in quel contesto pochi siano coloro che abbiano una vaga idea della Costituzione ,dei loro obblighi e della dignità che  dovrebbero mostrare. Hanno  a malapena conseguito un misero titolo liceale alle scuole serali questi ministri,salvo il Maroni, e si permettono di discettare sulla incostituzionalità……..Ma da che pulpito. Oggigiorno, purtroppo, in politica il primo cretino che urla più degli altri fa notizia. Ma il peggio é che una volta fatto il danno non si possa rimediare. Come ad es. La legge elettorale, definita “porcata” dal suo esimio estensore ,ma che oggi ci pone nella sgradevole situazione di essere rappresentati da individui “venduti ” alla politica al pari del peggior stato del centro Africa. In effetti una certa comparazione tra Burundi e bunga-bunga sussiste1

La Chiesa ed i suoi massimi rappresentanti Bagnasco,pres. CEI , Bertone,Segr.Stato Vaticano, s’incontrano con il Primo Clown ( a proposito come vedete non sono il solo a dare questa patente ,gli ambascaitori americani tutti ,guarda caso, hanno scelto la mia definizione!) per la celebrazione dei Patti Lateranensi.                                                                               Patti firmati da Mussolini nel 1929, reiterati in massima parte da Craxi nel 1985, per ottenere l’imperituro appoggio politico delle gerarchie ecclesiastiche  che da sempre condizionano la vita politica italiana.             Che permettono a questo Stato nello Stato che é la chiesa cattolica di godere dei più ampi privilegi,primo fra tutti l’esenzione totale da ogni tipo di tassazione per tutti i suoi averi ,commerci, prodotti,servizi .                                  

Per tale ragione l’Italia é di fronte alla Corte di Giustizia Europea in quanto discrimina e falsa la competitività dei soggetti.                                                        Ecco un’altro valzer uno dei tanti a cui siamo abituati,o peggio ci hanno abituati.

Questa maggioranza incapace di governare che ciancia di liberalizzazioni,di concorrenza e competitività che, invece di promuoverla, fa di tutto per mantenere oligopoli ,rendite di posizione e garanzie ai soliti soggetti pubblici e privati.

Altro valzer, altra corsa quella contro la magistratura,il CSM, ed ora la Corte Costituzionale . Solo un incompetente, tra tanti suoi pari, quale colui che ci governa, può proporre modifiche alla struttura deliberativa della Corte. Essa non é un’assemblea politica.Ogni legge che vada poi a modificare un qualsiasi articolo della Costituzione necessita di una doppia votazione dei due rami del Parlamento a maggioranza dei 2/3. Ragion per cui tutto ciò che questo Clown dice sono solo “puttanate”. Perché? E’ presto detto, per concludere l’iter richiesto occorrono non meno di due anni! Ma credo proprio il Clown non sarà più al potere allora.Per nostra fortuna i padri costituenti ci hanno salvaguardato da indivdui intrisi di tale presunzione .

Ma anche in questo caso il valzer al quale siamo sottoposti non cessa di massacrarci . Nessuno tra gli organi di stampa che sottolinei l’ignoranza di legge!!!! La diatriba tra Capo dello Stato,il “povero” Napolitano, ed il premier ,assorda i timpani per l’inesistenza del contendere.                                     Il primo ,era e resta  un fine politico del XX secolo ,il secondo un finto politico del finto XXI che vuol semplificare per travisare e nascondere!

Ed ancora  il valzer tra il Clown e la Lega. Ondeggiamo appassionatamente  tra proclami ed ultimatum. Con quel 10% di peso elettorale che al massimo alle prossime elezioni si trasformerà in 12% ,questi signori ci deliziano ogni giorno con le più grandi “bischerate”! Sono forti in Lombardia ed in Veneto e poi????La distribuzione  elettoralesul territorio  é la loro morte.               Anche se creano più province al nord, la loro presenza é limitata, dunque nelle valli resteranno  !Ma il valzer continua imperterrito.                            Nessuno che si alzi e abbia il coraggio di dire ;il re é nudo,oltre che scemo!

E l’opposizione? No, loro se lo dicono già tra loro!Tra cattolici e non,tra margherite e pidiessini,tra pidiessini e Sel….. A quando un progetto? Un valzer continuo tra vecchi tromboni ,finti intellettuali,i Dalema,i Veltroni che tanto hanno contribuito a far perdere l’identità ad un partito che una volta ce l’aveva e forte..!   Ma forse l’idea di Vendola non é poi così malvagia.

Dopo tanto machismo e superficialità invadente ,forse abbiamo bisogno di un pò di onestà intellettuale. Di spirito di servizio.  Una donna come primo ministro forse riuscirebbe a farci recuperar quella dignità e intelligenza perduta . E Rosy Bindi ,pur nel suo essere intimamente cattolica, riuscirebbe più di altri a dimenticarselo una volta investita di responsabilità governative.

D’altronde, come il trend culturale del paese ci indica, le donne ormai in questo paese hanno di gran lunga surclassato gli uomini. Tra i laureati di tutte le facoltà le donne sono il 71% (Dati 2007). Decisamente i maschi si accontentano ,si fermano al massimo alla maturità . E questo credo sia ormai un trend assodato. E ciò la dice lunga sul come e perché questo paese sia ancora legato a terminologie e concetti maschilisti,sessisti.

La cultura sarà sempre più appannaggio delle donne. Agli uomini  non resta ,quale specie in via d’estinzione culturale, di rifugiarsi in quel potere fatuo di una copulazione periodica,transitoria e flessibile, capace di renderli, ancora seppur per poco, protagonisti.

Ecco questo sembra essere il nostro utimo valzer come società compiuta!

Buona vita a tutti.

Advertisements

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali, Tunisia,Ben Alì,vaticano,finanza,Fiat,. Contrassegna il permalink.