BASTA, BASTA NON SE NE PUO’ PROPRIO PIU’!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Ma quando mai finirà questo scempio che si riversa sul popolo italiano quotidianamente. Raramente mi sono trovato in contrasto con Eugenio Scalfari. Oggi ,nel suo editoriale,  ha più volte sottolineato che il Capo delle Stato detiene ,nel suo armamentario costituzionale, varie leve su cui agire per ottenere  legalmente le dimissioni di questo tronfio accattone etico-morale che rappresenta noi tutti.  Sono convinto che queste siano opportunità,ma il problema di fondo é, come tutti i quotidiani ed opinioni pubbliche europee ed extra europee sottolineano , l’ignavia, l’ignoranza delle più elementari regole democratiche di gran  parte del popolo italiano. Come più volte ho sottolineato in questo blog ,a prescindere dalla colpevolezza,o innocenza dell’imputato Berlusconi, in quanto Presidente del Consiglio della Repubblica Italiana, dovrebbe ,a seguito delle accuse formulategli con un incartamento e prove inconfutabili, dimettersi dalla sua carica.

Il vedere parlamentari del suo partito (il più conservatore e tradizionalista d’Europa) difenderlo con le più varie estrapolazioni proto-pre-giuridiche é estremamente disgustoso. Notare cosa si cela  sotto il nome di un garantismo da operetta,di un’idiozia mediatica e di un’accozzaglia di politicanti degni di una dittatura di  maggioranza deviata:il NIENTE!    E’ incredibile che un’indagato decida d’intervenire ,nella sua funzione di primo ministro, per cercare di ottenere la punizione dei giudici che da anni lo indagano 67 volte,non una!. Ciò é fuori da ogni logica repubblicana. 

Tornando ora al mio più totale eccezionale dissenso con quanto scritto da E. Scalfari, per non innescare logiche che potrebbero essere prodromo di deviazioni non democratiche, sostengo che l’opposizione abbia  a questo punto il dovere ,l’obbligo, non di andare in TV a chiedere la dimissioni.            Il Buffone ,che noi tutti rappresenta, non se ne andrà mai di sua sponte. Questo buffone deve essere esautorato per il bene di questo Paese.

Ora, poiché si appella ,lui e la sua parte politica, che non sembra comprendere il problema “in nuce”,e neanche prendere le distanze,al suffragio elettorale ,all’espressione più alta della democrazia, occorre che il popolo si faccia avanti. Ecco perché considero il PD  di oggi un partito trasformista .     Al suo interno, una parte minoritaria ,ma non tanto, é espressione dello stesso ceto che sostiene il Buffone. I cattolici di questo paese dovrebbero tutti andare a Canossa ,non solo la loro gerarchia ecclesiastica. Non sono più credibili quanto ad oppositori. Non sono più credibili come moralisti a senso unico. Hanno, inoltre, una paura fottuta delle elezioni! E perché? Bene, se non siete sordi e ciechi, il problema ,la domanda universale in questo paese è , quale é l’alternativa  a questo sfacielo politico-etico-morale-sociale ed economico?

Purtroppo questa opposizione non ha offerto una seria ,argomentata, pianificata alternativa. Una reale opposizione coltivata nei fatti e nei progetti. Per non parlare dei leaders. Primo perché questo ceto piccolo borghese che costituisce il blocco sociale di supporto al Buffone non comprende per mancanza di cultura ,prima ancora  che d’informazione, lo stato di degrado raggiunto! Secondo perché si vuole in fondo logorare la situazione per poi raccoglierla senza troppi sforzi. Ma se tra due anni la situazione sarà, come ritengo, molto ,ma molto più grave ,questa grande pensata sarà deleteria poiché a quel punto nessuno sarà in grado di governare un paese allo sbando. 

Infine, il berlusconismo non finirà con Berlusconi. I gangli vitali delle Istituzioni ai loro alti livelli ,grazie ad uno spoil system all’italiana ,ha messo in quelle cariche il fior fiore degli opportunisti. E questo sia nell’ambito pubblico che semi pubblico ,per non parlare del privato ormai oligopolista di stato, alla stregua degli oligarchi. Una delle prime riforme da attuare sarebbe l’immediata rimozione di tutti i direttori generali di tutti i ministeri della Repubblica . Ciò in quanto essi rappresentano il vero potere dello stato ,non i poveri ministri che spesso non hanno la cultura necessaria . Pensate ai Calderoli, Bossi,Gelmini, Alfano ,gente che, come si suole dire nel vecchio  sud borbonico, non sa fare una O con il bicchiere! Di tutti i prefetti e questori e di tutte le cariche di raccordo con le Regioni, nonché dei presidenti di tutte le autority e degli enti pubblici di stato Enel, ENI ecc. ecc. Ed allora voi direte  cosa si può ragionevolmente fare per riuscire ad uscire dal vicolo cieco nel quale tutta la società italiana é stata condotta dal Buffone e dai suoi accoliti?

Occorre che invece di quei dieci milioni di firme, che sono una patetica trovata del PD ,l’opposizione si decida a scendere in piazza. Solo la piazza, solo il popolo sovrano ,nella sua moltitudine, possono dimettere questo Buffone ed i suoi sostenitori al soldo del padrone e delle segreterie politiche che li hanno collocati tra i primi tre candidati delle loro selezionatissime liste!!

L’economia italiana é ferma!Al di là di ciò che i media dicono.La disoccupazione  cresce a ritmi esponenziali.La Fiat che apre i cancelli per i referendum, li richiude il giorno dopo per la cassa integrazione ,pagata dagli italiani.Bene, ed allora visto che siamo al palo ,e visto che il governo non ha più il minimo senso del pudore e non é in grado di governare ,allora questa opposizione dichiara lo sciopero nazionale ad oltranza.

Questo é oggi l’unico modo in cui si possa sbloccare la situazione. Civilmente,ma chiaramente, ci riprendiamo quel potere che abbiamo delegato ad una compagine socio-politica che non é stata capace di garantire ed esercitare quel potere per il bene comune.

Il Presidente della Repubblica, solo allora ,potrà intervenire per condurre il paese verso un nuovo equilibrio ,garantendo il percorso nel più democratico percorso costituzionale.

Il potere é del popolo.Ed al popolo deve tornare.Questa maggioranza silenziosa, capace solo di ignavia e codardia ,resterà nelle sue magioni,case, o topaie. Se questa attuale opposizione non é capace ,o peggio si augura di ereditare la situazione affinché tutto cambi ,senza che nulla cambi, non servirà a niente.Il centro sta preparando il suo candidato . Luca Cordero di Montezemolo é già lì pronto . Stesso percorso berlusconiano “d’antan”.       Sta lavorando ad una nuova infornata di imprenditori “democratici”.       Nelle  Marche con Maria Pia Merloni ,ex PD,in Lazio ,Campania e Lombardia con i suoi accoliti ,imprenditori di seconda generazione. Ci riproporrà la solita trovata. Imprenditori prestati alla politica. NO,NO ,la politica é una cosa troppo seria per lasciarla nelle mani di imprenditori che in buona parte sono dei figli di papà,che desiderano solo garantirsi la rendita di posizione .Il FLI sarà un fido alleato che dovrebbe fornire il collante. E il PD ,il grande PD, pensa di allearsi con questa minestra riscaldata. Con quali benefici? Conflitti d’interessi a ripetizione…Montezemolo per primo.La sua NTV debutterà guarda caso proprio nel 2013 quando lui intende scendere in politica.

Ed i suoi cari amici imprenditori? Tutta gente che in almeno 12 regioni su 20 ha interessi fondamentali e vitali nella economia e quindi é contigua alle aste,servizi di base, aeroporti,industrie manifatturiere ecc. ecc. E cosa farà il Veltroni ,o il Dalema ? Diranno che poiché le aziende sono una ricchezza del paese occorre tenerle in vita, anche se costano alla collettività un prezzo inaccettabile. Mediaset docet!No occorre prendere il toro per le corna.

Occorre prima dichiarare il progetto politico per il paese. Avere una politica industriale seria ,cosa che a noi manca da oltre 10 anni. Occorre ben scindere l’interesse pubblico da quello privato. Occorre che la giustizia sia amministrata velocemente .Che venga abolito il terzo grado.Che il costo della sua amministrazione sia carico totale del perdente già alla fine del primo grado e che la carcerazione sia amministrata senza reticenze.          

Basta con i pietismi, i garantismi ,tipici di una società cattolica accattona. L’Italia deve divenire un paese europeo a parte intera . L’alternativa la conoscete….andremo avanti ancora dieci anni. E quella violenza che vorrei tanto evitare a questo paese, allora prenderà il sopravvento . E nessuno di questi arricchiti “analfabeti sociali”,neo liberisti tangentisti , che oggi sostengono questo sistema, che si fonda sulla forma e rifugge dalla sostanza vera delle cose  si salverà.

 

Buona vita  a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali, Uncategorized. Contrassegna il permalink.