ILLUSIONI E REALTA !


Leggendo il fondo di Eugenio Scalfari di quest’oggi su  Repubblica mi sono sentito sollevato. Sì perché talvolta le idee e le considerazioni che esprimo, lungi da voler essere critiche  pure ,vorrebbero essere aperture,valutazioni controcorrente, capaci di costituire alternative al modus pensandi odierno.

Mi riferisco ai concetti espressi nei due blogs precedenti  circa il caso Fiat. Non parliamo poi del Sole24ore che elegge Marchionne uomo dell’anno!                                                               La Confindustria, suo leggittimo proprietario ,di fronte all’antagonismo presente, elegge ed innalza il  suo vessillo . E’ un po’ come se il papa magnificasse le virtù virginali della madonna!    Quanto poi all’ex ambasciatore Sergio Romano che vede in lui un italiano controcorrente paragonandolo a Montanelli………..

Beh,  posso comprendere le ragioni di  Bettino Craxi che , molti anni fa, delegò a De Michelis il compito di richiamarlo ,in via definitiva, dalla diplomazia attiva, per incompatibilità con l’incarico di ambasciatore a Mosca. Si perché, se questa é la sua interpretazione, lo vedo meglio nel ruolo di Lina Sotis sul Corriere, a rispondere alle lettere dei lettori ottuagenari. Piccola considerazione;  Lina Sotis é molto più fine, arguta e sintetica!

Marchionne é un ottimo manager conscio di essere un lanzichenecco , un traghettatore. Un uomo che non ha altra aspirazione che quella di riuscire nel suo disegno ,in quel progetto che sta perseguendo. Il problema é se  politicamente, sindacalmente,economicamente ed infine umanamente  questo disegno é ,o meno in contrasto con i valori in cui parte della società italiana crede e rispetta.    Il valore lavoro ! Nel mio blog precedente citavo appunto la  Germania, ove questo rapporto é lineare, diretto, non antinomico ,né antagonista,ma funzionale allo sviluppo del sistema. 

Purtroppo non credo che in questo momento storico questo paese sia in grado di valutare appieno la cosa. I liberali ,come scrive Scalfari ,non esistono più, sono oggi personaggi di destra ,ma non quella sociale,o storica. No, solo rappresentanti della conservazione corporativista!La sinistra non riesce più a ritrovarsi. Ha perso la sua identità ,il suo “appeal”,la sua appartenenza alla Internazionale,la sua territorialità nel paese.                      I sindacati ,la capacità di continuare ad essere la cinghia di trasmissione delle istanze dei lavoratori,operai ,o impiegati che siano.

Mario Monti,  a cui faccio i miei complimenti per aver riconosciuto il grosso abbaglio preso,come lui stesso ha scritto, nel Maggio del ’94, nei confronti del Primo Clown .              La speranza ,sua e di molti altri supporters di allora, era che si avverasse il sogno della rivoluzione liberale che il Nostro proclamava. Abbiamo visto come é finita! Siamo oggi, dopo 15 anni, molto più chiusi,oligopolisti,centralisti,corporativisti ……Non colgo invece il riferimento al sogno marxista che Monti ritiene abbia per anni illuso questo paese.              Al massimo rivedo alcuni cenni leninisti nel comportamento di  certi partiti e politici italiani. Non ritengo che in Italia la cultura marxista  abbia mai attecchito, così come quella liberale.

Di entrambe queste culture nel nostro paese  é penetrata la versione sintetica, nel senso dei Bignami  di liceale memoria. Mai approfondite seriamente ,mai declinate con attenzione.

Sarebbe opportuno osservare l’evoluzione economico-sociale, politica delle democrazie del nord europa per vedere come i principi stessi del socialismo ,o se preferite , della social democrazia posano sopravivvere e progredire nel mondo globalizzato.

Smettere di presentare il futuro, il progresso, come una costante dicotomica scelta tra la perdita di valori assoluti ,come il welfare conquistato negli ultimi cento anni in Europa  e l’imbarbarimento,  su modello americano, della società ove la centralità della vita umana diviene un cerchio infernale che vede nella produzione /consumo l’essenza stessa dell’essere e divenire. Ci siamo affrancati nel corso del xx secolo dalla schiavitù e dalla fame ed il progetto  per il futuro proposto sembra essere quello di perdere i diritti tanto difficilmente acquisiti in nome della produttività ,della competizione ,della globalizzazione?

Ho già trattato della Cina ed a mio modesto avviso  del suo tragico destino prossimo venturo. Occorre riflettere ,progettare ,  proporre un modo diverso di rispondere alle sfide che ci vengono innanzi.

Occore maggiore responsabilità e solidarietà nelle proposte economico- sociali. Come recita un proverbio tedesco non necessariamente occorre “buttare il bambino con l’acqua sporca!”

Saper discernere,scegliere ,selezionare con cura  le differenti opportunità che abbiamo di fronte. E certo una priorità ,la prima in assoluto, é investire nelle giovani generazioni . Napolitano, come é sua abitudine, ha posto giustamente il dito nella piaga della politica nazionale ,di destra,o sinistra che sia. Entrambe fallimentari nei confronti delle giovani generazioni. Entrambe conniventi nel mantenere la società italiana immobile tra vecchi e nuovi privilegi.

Ecco, questa é l’unica speranza che si possa ancora avere . Per il resto i tempi sono lunghi  e non maturi. Il Federalismo,una bufala!  Per ogni riforma occorrono risorse e tutti sappiamo che non ce ne sono,né oggi ,né fino al 2015. I leghisti hanno già fallito con ,o senza elezioni!   E l’odontotecnico Calderoli, dopo averci regalato la sua porcata di legge elettorale , come da lui stesso ammesso ,dovrebbe riposarsi il cervello.

Sono sempre più convinto che saremo condotti ad elezioni anticipate ,come scrivevo nei miei blogs di Ottobre, e che probabilmente ciò avverrà in Aprile. Resta da vedere se l’elettorato sarà messo in grado di valutare appieno la situazione, se invece che di nomi si parlerà di programmi e progetti,se il premio di maggioranza ,oggi in vigore, permetterà ancora una volta al 39% di avere la maggioranza con il 60%! Nel 1955 la chiamavano legge truffa e non passò……Oggi si parla di ricorrere al popolo,ma la conta non é affatto democratica.               Per una differenza di all’incirca 1 milione di voti tra destra e sinistra il risultato é stato di circa 100 rappresentanti in più! Ed a cosa sono serviti ? A niente! Stabilità governativa ,decisionalità , trasparenza……Quanto vuoto ed ipocrisia intorno a questi concetti.

Buona vita a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali, Uncategorized. Contrassegna il permalink.