MEGLIO ATEI CHE IDIOTI!


Questa considerazione é rivolta in modo particolare al capogruppo dei senatori PDL Gasparri ,ma anche a tutti quei politici italiani che ancora nel 2011 trattano temi come la confessione religiosa come un fondamentale “divide” ,(spartiacque), per quanto attiene la politica e la società civile ed i comportamenti che questa ideologia del credo assoluto,fondamentalista, da crociata , dovrebbe generare in termini di valori.

A noi sembra che coloro che si nascondono ,o peggio nascondono se stessi, dietro il mantello dell’appartenenza ad un credo, piuttosto che ad un altro, non sono altro che dei poveri di spirito. Sprovvisti di reali capacità di distinguere ,prigionieri di una polemica priva di senso.

E  ciò in quanto in tutte le società civili e progredite la scelta religiosa é divenuta, ormai 50/60 anni ,una pura scelta individuale che attiene alla personalità ,alle scelte culturali e sociali dell’individuo.

L’etica in quanto tale non ha e non deve avere un dio ! L’etica non é un valore fideistico ,ma una precisa estrema manifestazione dell’essere uomo . L’etica e la morale sono fattori determinanti della crescita umana e sono intrinseci al suo divenire. Il voler far cadere, o discendere  l’etica ,o la morale ,dal cielo non giova né al comportamento dell’uomo, nè alla sua evoluzione come persona responsabile delle proprie azioni.

Rimettere tutto questo ‘nelle  mani divine” significa mantenere in uno stato di sottomissione totale l’umanità e non spingere la criticità del pensiero oltre i limiti posti dal pensiero più conformista. Spinoza affermava dio é in noi, dentro di noi, quindi io stesso sono dio! Non voglio definire questa perifrasi “divina”,ma certo noi siamo gli artefici del nostro pensiero e divenire.

Pensatori consci dei propri limiti,ma fieri di poter ragionare sull’essere……

Ma veniamo all’idiozia ! Si lancia un ‘anatema degno di una società feudale contro il “povero Fini” che viene tacciato di ateismo.Già in precedenti blogs ho accennato alla foga che la chiesa italiana nel suo complesso sta ponendo sul tema della deriva,della fine del berlusconismo e dei problemi che da questa caduta ne possono scaturire. E quindi in quanto ateo Fini non é degno  di raccogliere i voti dei cattolici.

Non per difendere Fini, lungi da me, ma certo ultimamente il PDL sta tentando di tutto con l’appoggio tacito ,ma profondo , delle gerarchie ecclesiastiche vaticane per sostenere una visione puramente clownesca della realtà.

Così il puttaniere presidente del consiglio,il 40%% dei ministri che sono pluridivorziati, il 20% che che si accompagna , un 10% che ha compagni di merende tra i loro portaborse, quelli sarebbero i cattolici con il forte senso di appartenenza alla comunità?                Difensori dei valori della cristianità? Lasciamo perdere ……

E’ inconcepibile ,inammissibile,che si pongano oggi ,2011 ,discriminazioni di tale portata.     Si producono spot contro l’omofobia ,ben vengano,ma si lanciano anatemi contro gli atei. Questa non é certo l’Italia che mi aspettavo e desideraavo.                                                 Questi rappresentanti dovrebbero ,come la loro stessa storia personale indicherebbe ,loro sì ,essere epurati!

Ma veniamo ad una idea che secondo me avrebbe un certo successo!  Si parla molto di cattolici, di centro, di valori cristiani, di prìncipi . Ma forse é giunto il momento di contarsi!

I cattolici in Italia, secondo la Conferenza episcopale, quelli cioé che santificano le feste e  si recano a messa , sono circa il 23% degli italiani. Il paese si é molto secolarizzato e forse é giunto il momento di far emergere un partito ,o all’interno di un movimento esistente, una chiara componente atea.

Lasciamo perdere la diatriba stolta del laicismo.   Non faccaimo il gioco del chi é più laicista .   Mettiamo questi valorosi cattolici alla prova! Diffidiamo ogni partito di lanciare anatemi.   Evitiamo che questi rappresentanti del nulla ,che dal nulla hanno operato un marketing eccezionale, possano appropriarsi dei nostri diritti individuali. Impediamo loro di votarsi ciò che vogliono togliere a noi. 

Ogni tema individuale deve essere sottoposto a referendum! Sono i cittadini  e solo i cittadini  che possono e devono esprimersi  sui loro stessi diritti . E vediamo se questi baldanzosi rappresentanti  dei cattolici del niente ,perchè dal niente sono venuti ed il niente rappresentano ,o meglio forse  le loro segreterie politiche, cioé in ultima analisi il loro Padrone, riusciranno a vincere!

Occorre riprendersi i nostri diritti . Il rispetto é reciproco ,o non é! In Francia con la rivoluzione francese hanno chiuso con le lotte religiose che hanno distrutto il paese nel medioevo!In Germania il governo si guarda bene dal sollevare questo vaso di Pandora che ha profondamente diviso il paese nei secoli con il raggiungimento di un equilibrio affidato ai Landers , la cui grande maggioranza é protestante! Solo in Italia si agita il vessillo del credo,della religione, quando si vuole rimestare nel vaso enorme dell’ignoranza in cui questo paese ancora oggi vive,o meglio ,sopravvive!

Che pena assistere a questa idiozia della chiamata alle armi  della cattolicità.

Mi auguro che presto si possa essere liberati da questi utili idioti.

Buona vita a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali. Contrassegna il permalink.