EX NAR, disoccupazione giovanile e manifestazioni!


E’ inaccettabile ascoltare un sindaco della stoffa di Alemanno pronunciare delle verbosità vuote e bugiarde come nell’intervista fattagli da Mentana al TG7. Peraltro ottimo Tg, forse l’unico degno di merito in questa pletora di TG appecorati sul diktat del padrone globale.

Mi riferisco alle parole pronunciate nei confronti dei moti stedenteschi di Roma.

Un ex NAR ,nuclei armati rivoluzionari, formazione di estrema destra,più volte condannata per reati gravi e stragi. Bene ,uno come lui che lanciava molotov tra il 1970 ed il ’74, oggi si permette di discettare, di criticare  e definire teppisti gli studenti che oggi manifestano in tutta Italia contro le riforma Gelmini ,ma soprattutto contro il furto compiuto del loro futuro ,delle loro aspettative da parte di una società gerontocratica.

Uno come lui che ha sposato la figlia del più grande fascista ,fiero di esserlo , teorico della lotta armata fascista : Pino Rauti.                              

Uno come lui che oggi ,sindaco di Roma, ha riempito l’ATAC ,azienda di trasporti pubblici romani,di ben 5 dirigenti ex NAR , condannati tutti per reati contro il patrimonio  e per risse.

Ma da quale pulpito!Ininmaginabile! 

Gli ex sessatottini avranno molte colpe,ma se non altro a quei tempi  hanno lottato per cambiare una società conservatrice,tradizionalista,vetero cattolica, immobile nei suoi costumi e regole. Ed in parte ci riuscirono. Il vento democratico del ’68 produsse poi quella grande democrazia attiva che condusse ai referendum democratici del divorzio e dell’aborto.

Quello fu il più alto livello di democrazia raggiunto dal popolo italiano dal dopoguerra.

Poi venne il tempo della reazione  e delle Brigate Rosse che con il movimento libertario del ’68 non hanno mai avuto a che fare!!!!!! Oggi questi politici che rappresentano in gran parte le segreterie dei partiti stessi,le lobbies confindustriali, la chiesa cattolica e non ,                non permetterebbero mai e poi mai che temi che attengono ai diritti inviolabili dei cittadini come ; eutanasia,procreazione assistita, riconoscimento unioni di fatto, status dei gay ecc. possano essere democraticamenti decisi tramite referendum.

Allora i sessantottini erano in gran parte figli della borghesia che, come Pasolini ebbe a scrivere lucidamente, lanciavano pietre sui figli del proletariato. Ma lottavano  di fatto anche contro gli stessi privilegi che detenevano. In questi anni siamo tornati indietro.

La società borghese, parassitaria ,pseudo imprenditoriale  italiana ha ricostituito la sua fondamentale arroganza e distanza dalla realtà del paese. La politica ed il sistema cooptativo che seleziona  alla radice i propri rappresentanti é di nuovo all’opera.                

La società italiana é di nuovo completamente ingessata. La mobilità ascensionale ed intergenerazionale assolutamente bloccata. Siamo insieme agli USA  il paese dell’ Ocse  con le più ampie distorsioni in termini di ricchezza e della sua distribuzione.

Questi 7 milioni di giovani disoccupati ,questi 400 mila giovani diplomati/laureati ai quali, questa società ,questo governo, hanno tolto quelle attese crescenti che hanno  per anni proiettato e pubblicizzato senza fare nessuna riforma.L’Italia tra i 33 paesi dell’OCSE é penultima per tasso di disoccupazione giovanile e la 22 ema per disoccupazione tout court.  

Allora forse occorerrebbe che questi Soloni che hanno dimenticato il loro passato e che si presentano quali rappresentanti di quella maggioranza silenziosa “d’antan” si vergognassero.

Non c’é niente di peggio che ascoltare dei 60 enni di oggi cianciare di questi giovani. Cosa mai hanno ed abbiamo fatto per loro per incrementarne le  opportunità di inserimento nella società .Cosa né é del loro futuro.

Di fronte ad una situazione così drammatica ci si permette di lanciare anatemi  definendoli scansafatiche ,bamboccioni!Ma come? Oggi  siamo un paese che si guarda l’ombellico!

Non investiamo sul futuro.Si assottigliano le risorse e la risposta sono tagli lineari. La Germania che cresce 4 volte più di noi ed ha tagliato 100 miliardi di euro in 4 anni,ma  ha incrementato le risorse per la cultura,l’istruzione e la formazione.La meritocrazia in quel paese é seriamente premiata.Da noi 40 anni dopo il ’68 i figli dei dottori diventano dottori ,anche se con l’aiutino..Vedi la Gelmini bocciata tre volte al liceo ,ne ha cambiati altrettanti e poi va  a Reggio Calabria per superare l’esame di abilitazione professionale. A Brescia per una somara come lei era troppo difficile !!!!!E poi anche lei ciancia di meritocrazia???? Ma vada a quel paese,non il mio!

In queste condizioni non si può essere che con i giovani!In un paese dove le manifestazioni non vengono prese in seria considerazione,dove si contano i manifestanti ,dove contano i numeri ,1 milione ,2 milioni e poi? Poi il giorno dopo i media, a comando, si dimenticano il tutto e si ricomincia a parlare del teatrino della politica.

Allora forse i giovani devono rompere qualche vetrina per essere ascoltati!Per essere presi sul serio!Per restare in prima pagina dei TG! 

Se c’é bisogno di questo ,sì allora ancora una volta sto con questi giovani! Perché di questa società sempre simile a se stessa,cialtrona,baciapile,pavida ed incapace di fare un salto di qualità !Una società che é sempre più autoritaria ,vagamente fascista, che é sempre alla ricerca dell’uomo forte.

Dell’uomo solo al comando!Di questo modo di pensare e ragionare ne ho piene le palle.

Per  andare al di là del proprio meschino quotidiano ,per gettare la nostra anima al di là della siepe dobbiamo riprendere in mano il nostro destino di cittadini, partecipando più attivamente e scegliendo i nostri rappresentanti con acume ed intelligenza.

Recentemente in un mio blog mi rifacevo al supporto della chiesa al PDL dannatamente ricercato dal figliol prodigo berlusconi. Bene, ancora una volta ci sono riusciti.                        Non mi riferisco al voto di fiducia.  Ma al profondo desiderio della CEI e del Vaticano di far cadere sul nascere, a destra un movimento che potesse non essere contiguo al loro precipuo interesse. E così il laicista Fini ( laicista poi ,mi scappa da ridere..)  non “doveva” congiungersi al UDC partito di Dio e di Casini.

E ciò in quanto avendo già sentore della prossima dipartita politica del berlusconi, la chiesa non vuole che la sua eredità di seggi e voti possa finire nelle mani di un laicista. Un Casini ,o un Montezemolo offrono ben altre garanzie di reverenza e di continuità nel preservare e mantenere i privilegi di cui lo SCV gode in Italia.

Cosìcché si desidera e ci si impegna affinché  in Italia si vada a formare un Partito Popolare ,alla stregua di quello tededsco, che funga da bastione ideologico della conservazione e della tradizione.

Problema: mentre in Germania lo stato della chiesa é la Baviera ,dove il buongiorno é declinato; salve a dio!      Ma dove gli altri stati sono protestanti a larga maggioranza. .

Da noi saremo fottuti in tale prospettiva. Perché in un Sud ignorante,intriso di superstizione  ,religiosamente parlando, dedito ai fenomeni di S. Gennaro, o peggio al culto patrimonializzato di padre pio, si aggiunge un nord in mano alle congregazioni imprenditoriali  delle onlus e compagnia ,che sotto l’alto patronato dell’opus dei riuscirebbe senz’altro a mantenerci buoni e calmi sotto tutela!

Ecco perchè questo progetto deve essere fermato. Ecco perché occorre che anche la destra possa essere plurale ,vivere,agire e decidere a più voci e non sotto il “volere della cupola di dio”.

Buona vita  a tutti.

Annunci

Informazioni su exult49

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY - MANY DIFFERENT LIVES- MORE THAN HALF SPENT ABROAD- CRITIC OF THE NOWADAYS ITALIAN WAY OF THINKING NEVERTHLESS OPTIMISTIC ! Leggete, il quotidiano del blog "free": "The exult49 Daily". www.paper.li/exult168/131966546
Questa voce è stata pubblicata in europa, politica-economia, relazioni internazionali. Contrassegna il permalink.